Cronaca

Efsa, scade il mandato di metà del Cda. L'Ue avvia le selezioni

L'Efsa deve rimpiazzare metà del suo cda, di cui 7 membri su 14 sono in scadenza di mandato a fine giugno dell'anno prossimo. Gli aspiranti avranno tempo sino al 12 luglio per manifestare il proprio interesse

L'Efsa, l'Autorità Ue per la sicurezza alimentare con sede a Parma, deve rimpiazzare metà del suo cda, di cui 7 membri su 14 sono in scadenza di mandato a fine giugno dell'anno prossimo. La Commissione Ue ha quindi avviato le procedure di selezione, e gli aspiranti avranno tempo sino al 12 luglio per manifestare il proprio interesse. L'Efsa, che l'anno scorso ha festeggiato i dieci anni di attività, è stata in passato criticata per mancanza di indipendenza e trasparenza, l'ultima volta a maggio di un anno fa quando l'allora presidente e membro del cda, l'ungherese Diana Banati, annunciò il passaggio all'Ilsi, organizzazione che raggruppa più di 400 imprese tra cui Monsanto, Syngenta, Dupont, Nestlé e Kraft.


l cda dell'Efsa è responsabile per il monitoraggio del lavoro della stessa Autorità, con l'obiettivo di garantirne il rispetto della missione in linea con il mandato ricevuto. La procedura di selezione prevede che, in base alla candidature ricevute, la Commissione Ue stili una prima lista di 'papabili' che sarà poi trasmessa al Consiglio Ue. Sarà quest'ultimo a procedere alla nomina in consultazione con l'Europarlamento. Attualmente l'agenzia Ue di Parma conta circa 450 dipendenti e produce 600 pareri scientifici l'anno. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Efsa, scade il mandato di metà del Cda. L'Ue avvia le selezioni

ParmaToday è in caricamento