Embargo della Russia, Pagliari: "Colpiti anche Parmigian Reggiano e Prosciutto di Parma"

E' volta a chiedere maggiori tutele per i prodotti tipici e le eccellenze alimentari italiane colpite dalle limitazioni alle importazioni decise dalla Russia, e in particolare per Prosciutto di Parma e Parmigiano, la nuova interrogazione del senatore

E' volta a chiedere maggiori tutele per i prodotti tipici e le eccellenze alimentari italiane colpite dalle limitazioni alle importazioni decise dalla Russia, e in particolare per Prosciutto di Parma e Parmigiano, la nuova interrogazione parlamentare presentata dal senatore parmigiano Giorgio Pagliari. Nel documento indirizzato al Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali Maurizio Martina il parlamentare ricorda come la Commissione Europea abbia stanziato 125 milioni di euro per tutta l'Unione Europea per fare fronte ai gravi danni provocati al blocco delle importazioni di prodotti Europei deciso dalla Federazione Russa, ma anche come gli stessi provvedimenti escludano alcuni prodotti ortofrutticoli, ma soprattutto prodotti diversi dall'ortofrutta ma comunque colpiti dal blocco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra questi anche veri simboli del Made in Italy come Parmigiano Reggiano e Prosciutto di Parma. “Per il Parmigiano Reggiano il mercato estero rappresenta 43.500 tonnellate, pari a un terzo della produzione  annua, e il mercato russo rappresenta uno degli sbocchi più rilevanti – sottolinea Pagliari - Attualmente 26 aziende esportatrici di Parmigiano Reggiano che hanno ottenuto l’autorizzazione all’export nella Federazione Russa, mentre l’export si attesta a circa 10.000 forme, pari ad un valore di  5 milioni di euro”. Numeri rilevanti anche per il Prosciutto: “i produttori autorizzati alla esportazione in Russia sono 32 – rileva il Senatore - mentre il volume delle esportazioni ha rilevato un incremento del 51%”. Rilevate le possibili gravi conseguenze per le imprese e occupazionali, il parlamentare parmigiano chiede dunque “quali misure urgenti si intendano assumere allo scopo di tutelare i prodotti italiani colpiti dall'embargo russo, con particolare attenzione per le eccellenze alimentari italiane e i sopra citati prodotti tipici”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Coronavirus, Parma seconda in regione per numero di casi: 21 in più

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

  • Apre un bed and breakfast ma non comunica le generalità dei clienti alla Questura: titolare denunciata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento