menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Eroina tra i borghi dell'Oltretorrente: in manette 25enne tunisino trovato con 600 grammi

Già arrestato nel 2014 era tornato ad essere un punto di riferimento per i consumatori del quartiere: si muoveva in bicicletta lungo i borghi, prendeva accordi e consegnava la merce: un grammo costava 25 euro - E' allarme consumo di eroina tra giovani e giovanissimi

Nel pomeriggio del 23 giugno personale della sezione Antidroga ha arrestato Raddadi Moutia., un 25enne tunisino clandestino per violazione della leggee sugli stupefacenti, per spaccio. poichè trovato in possesso di 640 grammi di eroina. R. M era già noto alla Squadra Mobile di Parma  in quanto arrestato nel 2014 per fatti analoghi e nell'ultimo periodo si era appreso che fosse tornato in attività e che fosse uno dei principali riferimento dei consumatori di eroina in Oltretorrente. Le modalità di contatto con i clienti erano quelli comuni a tanti spacciatori che gravitano in zona: un incontro nei piccoli borghi dove il pusher si muove in bicicletta, l'accordo e poi all'appuntamento per l'incontro con lo scambio dei soldi. 

"La persona su cui siamo riusciti a chiudere il cerchio -hanno riferito gli inquirenti - è stato già arrestato nel 2014 per traffico di stupefacenti nei borghi dell'Oltretorrente che è la sua zona, con hashis ed eroina. Qualche giorno fa è tornato in auge con una rete di clienti ben forniti. Non si sapeva quali fossero i suoi appoggi e i suoi fornitori, le sue attività. Abbiamo fatto appostamenti, l'abbiamo seguito e abbiamo cercato di capire quale fosse il posto in cui si andava a rifornire e quele fosse la sua gestione. Fornisce il cliente finale, aveva una buona scorta. Il suo modus operandi è il solito. Su una bici in Oltretorrente prendeva accordi con i suoi clienti. Un appuntamento preso da un altra parte e la cessione degli stupefacenti. Il prezzo è 25 euro al grammo. Dopo aver verificato, abbiamo scoperto che la sua compagna, italiana, figura del tutto ignara dei traffici del suo compagno, aveva una casa in via Zarotto che fungeva da base operativa. A partire dall'inizio dell'anno siamo a circa 5 chili e mezzo sequestrati. Lui avrebbe ricavato da questo traffico 1.100 dosi, era destinato a un consumo finale. L'eroina l'abbiamo trovata dentro la lampada della stanza da letto e su un cappello posto su un mobile, teneva li l'eroina: ora si trova in via Burla". 

L'ALLARME PER IL CONSUMO DI EROINA - "Abbiamo sequestrato anche eroina più pura, il mercato dell'eroina e in crescita e c'è tanta offerta è tantissimo consumo, tanti la fumano e la inalano, la sniffano. Sono modalità meno cruente rispetto agli anni passati. C'è un fattore economico, costa meno della cocaina e ora facciamo i conti con una maggiore quantità di eroina in circolo. Ci sono sia giovani che giovanissimi a consumare eroina"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento