Cronaca

L'ultimo discorso di Errani in Regione, Defranceschi: "Non applaudo ai condannati"

Il capogruppo Movimento 5 Stelle Regione Emilia-Romagna: "Qui si fa politica, e si rispettano le istituzioni, anche con la simbologia. E io non applaudo un condannato. Per nessun motivo e chiunque esso sia.”

“Invece di affittarsi un tendone alla Festa dell’Unità, - scrive in una nota Andrea Defranceschi, capogruppo Movimento 5 Stelle Regione Emilia-Romagna - il Pd sceglie l’Assemblea legislativa per dar modo al presidente decaduto di fare il suo ultimo show e raccogliere l’imbarazzante standing ovation di quasi tutta l’aula, opposizione compresa.
In barba a qualunque regolamento oggi in aula, occupata dal Partito Democratico, è stato impedito ai consiglieri di parlare, replicare, esprimersi, mentre sono stati consentiti applausi solitamente stoppati con la massima severità in questa stessa sede, quando a farli erano semplici cittadini.

In questo giorno di fine impero di Errani abbiamo assistito a un spettacolo indecoroso per le istituzioni. Qualcuno ha avuto l’ardire di sostenere che “umanamente si meritava il sostegno”. Ma qui l’umanità non c’entra nulla, saranno i suoi a stargli vicino umanamente. Qui si fa politica, e si rispettano le istituzioni, anche con la simbologia. E io non applaudo un condannato. Per nessun motivo e chiunque esso sia.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ultimo discorso di Errani in Regione, Defranceschi: "Non applaudo ai condannati"

ParmaToday è in caricamento