menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifugio Pratizzano, parmigiana si perde nei boschi: ritrovata grazie a Boss, pastore tedesco di due anni

E' stata ritrovata in buone condizioni di salute grazie all'infallibile fiuto di Boss, pastore tedesco di due anni e cane da ricerca del Corpo Nazionale di Soccorso Alpino e Speleologico della Stazione Monte Cusna di Reggio Emilia una donna sessantanovenne di Parma

E' stata ritrovata in buone condizioni di salute grazie all'infallibile fiuto di Boss, pastore tedesco di due anni e cane da ricerca del Corpo Nazionale di Soccorso Alpino e Speleologico della Stazione Monte Cusna di Reggio Emilia,  una donna sessantanovenne di Parma smarritasi nei boschi per alcune ore. La donna, partita in cerca di funghi nella mattinata di venerdì 21 Agosto dal Rifugio Pratizzano, era in compagnia di un'amica. Dopo pochi minuti tra i boschi dell'appennino reggiano, le due fungaiole han deciso di dividersi; non vedendo più rientrare C.T. - queste le iniziali della donna -  l'amica ha saggiamente deciso di rientrare al rifugio contattando il gestore. Subito il rifugista ha dato l'allarme, facendo confluire in zona cinque UCRS (unità cinofile da ricerca in superficie) del Corpo Nazionale di Soccorso Alpino e Speleologico, mezzi fuoristrada e alcune squadre di terra della stazione “Monte Cusna”, oltre ai Vigili del Fuoco. Arrivate al Rifugio, le squadre hanno iniziato a scandagliare le zone boscose  circostanti e, dopo circa due ore, il pastore tedesco delle squadre del Soccorso Alpino Emilia Romagna ha fiutato la traccia giusta, guidando i tecnici alla donna, ritrovata spaventata e disorientata ma in buona condizioni di salute. La sfortunata escursionista è stata quindi accompagnata al Rifugio dove si è ricongiunta con l'amica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: più di 170 casi e un morto

  • Cronaca

    Covid: "Negli ultimi giorni abbiamo ricoverato molti giovani"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento