menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Esondazione del rio Bastardo, polemiche per il bypass. Provincia: "Ha retto alla piena"

"La Provincia - Servizio Viabilità -si legge in una nota- intende rispondere ad alcuni rilievi immotivati che si vanno diffondendo a Borgotaro in merito al bypass realizzato sul Rio Bastardo: la nuova opera non solo ha retto alla piena, ma continua a dare ottime garanzie"

"La Provincia - Servizio Viabilità -si legge in una nota- intende rispondere ad alcuni rilievi immotivati che si vanno diffondendo a Borgotaro in merito al bypass realizzato sul Rio Bastardo: la nuova opera non solo ha retto alla piena, ma continua a dare ottime garanzie. Il 4 novembre scorso nel comune di Borgotaro si è verificato un evento eccezionale, sono caduti circa 50 mm di pioggia in un’ora, e sul Rio Bastardo in particolare si è verificato un grandissimo trasporto di materiale detritico e piante, che ha ridotto notevolmente la portata idrica transitabile sotto al ponte sulla strada provinciale 523 in località Predelle. Infatti il letto del fiume si è innalzato di circa 3 metri, creando un  intasamento contro il ponte esistente, analogamente a quanto era accaduto il 27 novembre 2000.

Come è noto, a valle del ponte delle Predelle è stato costruito dalla Provincia un bypass, allo scopo di poter intervenire per sistemare la galleria posta in prossimità del ponte. Il bypass è stato realizzato creando, subito a valle del ponte, un tombone metallico, che ha egregiamente superato l’esame, (v. foto) convogliando acqua e detriti, alla luce di caratteristiche tecniche idrauliche superiori (minore scadrezza e maggiore raggio idraulico). Mentre la piena è passata sopra il ponte, e si è dovuto interrompere la circolazione, il bypass ha sopportato benissimo l’impatto di acqua e materiali, e promette di continuare a farlo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Giro passa da Parma: ecco le tappe e gli orari

Attualità

L'11 Maggio passa il Giro

Salute

Che cos'è e come combattere la ritenzione idrica

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento