Eutanasia, raggiunte le 50 mila firme: giovedì raccolta straordinaria alla Fattoria di Vigheffio

L'associazione Luca Coscioni di Parma annuncia che la campagna per la raccolta ha portato ad un ottimo risultato, ovvero il raggiungimento delle 50 mila firme necessarie. Ma ne servono altre 10 mila in tutta Italia

Eutanasia e testamento biologico. L’associazione Luca Coscioni di Parma, che in questi mesi sta raccogliendo le firme da consegnare entro la metà di settembre in Parlamento annuncia che la campagna per la raccolta ha portato ad un ottimo risultato, ovvero il raggiungimento delle 50 mila firme necessarie. Ma nello stesso tempo però sottolinea la necessità di raccogliere altre firme, circa 10 mila in tutta Italia "per mettere in sicurezza in traguardo raggiunto". Così anche a Parma si svolgerà una raccolta straordinaria, giovedì 29 agosto presso la Fattoria di Vigheffio dalle ore 22 all'una

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tavolini ammassati e clienti senza mascherina: chiuso un locale di via Farini

  • Sequestrati 70 chili di alimenti scaduti in un ristorante di Parma

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Controlli anti Covid durante la movida: multe ad una cena 'privata' a Chiozzola

  • Parma, ipotesi Longo come nuovo Ceo

  • Krause e il mercato: "A breve annunci: ringrazio i soci, ora decido io"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento