rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Evade dai domiciliari per andare a pregare in Moschea: condannato

Un 25enne, che si trovava agli arresti a casa del cugino in via Ugoleto è uscito di casa ed è stato arrestato dai carabinieri

È uscito dall'abitazione del cugino in cui sarebbe dovuto rimanere poiché si trovava in regime di arresti domiciliari per andare a pregare in Moschea ma è stato arrestato dai carabinieri e poi condannato ad un anno di reclusione. Un giovane 25enne, che stava scontando gli arresti domiciliari per alcune condanne per vari reati tra i quali spaccio e rapina, venerdi sera ha sentito il bisogno di andare a pregare ed è uscito, come se niente fosse. I militari si sono accorti dell'assenza: al controllo non era in casa. Il cugino ha detto che il 25enne era uscito per andare a pregare e così lo hanno raggiunto ed arrestato. Il giovane 25enne è stato processato per direttissima e condannato ad un anno. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade dai domiciliari per andare a pregare in Moschea: condannato

ParmaToday è in caricamento