menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Evade i domiciliari per un caffè: trovato al bar e rimesso 'dentro'

L'uomo, classe '57, italiano con piccoli precedenti, condannato per resistenza a pubblico ufficiale nel luglio 2015, era sotto osservazione dei Carabinieri di Sorbolo per questi viaggi "troppo lunghi"

Era ai domiciliari presso il centro di accoglienza migranti San Cristoforo, a Bogolese, ma nei permessi di uscita per recarsi al Sert, se la “prendeva troppo comoda”. L’uomo, classe ’57, italiano con piccoli precedenti, condannato per resistenza a pubblico ufficiale nel luglio 2015, era sotto osservazione dei Carabinieri di Sorbolo per questi viaggi “troppo lunghi”. Cosi venerdì è’ stato seguito, e scoperto mentre, dopo l’uscita dal Sert, faceva prima tappa in un bar di Parma, poi in uno di Bogolese. Proprio qui, l’incontro con un amico, e la decisione di accompagnarlo a Parma, all’Euro Torri.  Qui è’ stato arrestato. Processato per direttissima sabato mattina, è’ stato rimesso ai domiciliari con l’invito a rispettarli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 73enne ha un malore dopo il vaccino Pfizer

  • Attualità

    Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento