Cronaca

Evasione, recuperati 24 milioni in regione: a Parma "solo" 500mila euro

Nel 2011 sono stati restituiti a tassazione 110 milioni di euro. Le segnalazioni sono state 13.662 di cui 846 nel Parmense e le somme riscosse pari a 7,5 milioni di cui 220mila euro nella nostra provincia

Agenzia delle Entrate

Una collaborazione sempre più efficace tra Agenzia delle Entrate e Comuni, messa in campo con l’obiettivo di recuperare l’evasione fiscale e promuovere una più diffusa tax compliance. Positivi i risultati dell’esperienza condotta in Emilia-Romagna. Secondo i dati aggiornati al 31 dicembre 2011 – illustrati dal Direttore regionale dell’Agenzia delle Entrate Emilia-Romagna, Antonino Gentile – l’alleanza anti-evasione in regione ha restituito a tassazione 110 milioni di euro, con un incremento del 96% rispetto ai 56 milioni del 31 dicembre 2010 e con una maggiore imposta accertata pari a 24 milioni di euro (+108%). I numeri dell’intesa mostrano un incremento sostanziale anche delle segnalazioni inviate dai Comuni, passate dalle 7.274 del 2010 alle 13.662 del 2011  (+87%).

È però ancora più significativo il risultato registrato sul fronte delle somme riscosse, ora pari a 7,5 milioni di euro (+138%), segno di una crescente qualità dei controlli: se al riscosso si aggiungono le rate da versare su accertamenti già chiusi, l’incasso complessivo sale a 9,7 milioni di euro. Si allarga, infine, la schiera dei Comuni anti-evasione (270 su un totale di 348), che raccolgono una quota della popolazione residente pari al 94% del totale regionale (+10% rispetto al dato del 2010).

GUARDA I DATI DELL'EVASIONE NEL 2011

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evasione, recuperati 24 milioni in regione: a Parma "solo" 500mila euro

ParmaToday è in caricamento