Evasione, 3 milioni di acquisti non dichiarati: nei guai uno studio geologico

L'Agenzia delle Dogane ha portato alla luce un'evasione fiscale da 650 mila euro. I controlli nei confronti di uno studio di geologia di Parma hanno rivelato alcune forti anomalie: sono stati infatti verificati acquisti non dichiarati per oltre 3 milioni di euro

L'Agenzia delle Dogane ha portato alla luce un'evasione fiscale da 650 mila euro. I controlli nei confronti di uno studio di geologia di Parma hanno rivelato alcune forti anomalie: sono stati infatti verificati acquisti non dichiarati per oltre 3 milioni di euro. Secondo la ricostruzione fatta dagli operatori lo studio avrebbe portato a termine alcune operazioni di acquisto in Olanda e in Danimarca, senza versare circa 650 mila euro di Iva dovuta. L'Agenzia delle Dogane ha potuto contare sulla collaborazione di Agenzie doganali estere, 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Apre un bed and breakfast ma non comunica le generalità dei clienti alla Questura: titolare denunciata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento