menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Falso invalido in sedia a rotelle denunciato per “abuso della credulità popolare”

E’ successo ieri in pieno centro cittadino, dove il personale dei Reparti Viabilità e Pronto Intervento e Polizia di Prossimità ha identificato e denunciato un uomo, T.S. di nazionalità Ceka, di circa 30 anni

"I falsi invalidi -si legge in una nota del Comune di Parma- non sono solo quelli delle pensioni: c’è persino chi arriva al punto da utilizzare la sedia a rotelle per impietosire i passanti e raggranellare quattro soldi. E’ successo ieri in pieno centro cittadino, dove il personale dei Reparti Viabilità e Pronto Intervento e Polizia di Prossimità ha identificato e denunciato un uomo, T.S. di nazionalità Ceka, di circa 30 anni, già segnalato e notato più volte ad effettuare attività di accattonaggio seduto su una carrozzina, con un tutore applicato al ginocchio, sia in zona della Ghiaia nei giorni di mercato, che nelle vie del centro storico.

Avendo il fondato sospetto che l’utilizzo della sedia a rotelle fosse strumentale ad impietosire i passanti per indurli ad un “generoso obolo”, gli agenti hanno seguito per tutto il pomeriggio il mendicante che si è sempre spostato a bordo della carrozzella fermandosi in vari punti del centro a richiedere l’elemosina, fino verso le ore 18 quando, incontratosi con altre persone anch’esse dediti all’attività di accattonaggio, si è diretto insieme ai compagni in borgo Paggeria. Giunto di fronte ad un pubblico esercizio, ecco avvenire il miracolo. L’uomo si è alzato in piedi e con passo sicuro e apparentemente privo di zoppia, ha salito i gradini ed è entrato nel locale. 

Gli agenti a questo punto sono intervenuti e lo hanno identificato insieme ai compagni uno dei quali, probabilmente stanco dalla lunga giornata “lavorativa”, si era nel frattempo seduto sulla sedia a rotelle al posto del miracolato. Il cittadino Ceco è stato denunciato per Abuso della Credulità Popolare e il provento dell’attività illecita è stato sequestrato. Multati per accattonaggio anche i suoi compagni di avventura. Gli agenti si sono stupiti al momento del conteggio del denaro: la finzione di invalidità aveva infatti fruttato circa 100 € che, considerata la presenza quotidiana per le strade di Parma, in proiezione davano uno stipendio mensile esentasse di circa 3000 €: non male per un lavoro tutto sommato poco impegnativo, ma frutto di un odioso escamotage al quale la Polizia Municipale ha ora posto rimedio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Attualità

Prosegue la campagna vaccinale: a Parma quasi 174 mila dosi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    "Interno Verde": alla ricerca dei giardini segreti di Parma

  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento