menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via San Leonardo, sfrattata una famiglia con bambini. Stanza fino a lunedì

Quinto ingresso dell'ufficiale giudiziario per sfrattare una famiglia con tre figli, di 4, 11 e 14 anni. Stamattina in via San Leonardo tensione per l'intervento della polizia che stava per sgomberare l'appartamento. Poi l'accettazione della proposta giunta in extremis

Una famiglia con tre figli di 4, 11 e 14 anni è stata sfrattata stamattina dalla casa in cui viveva in via San Leonardo. Verso le ore 9 l'ufficiale giudiziario si è presentato per la quinta volta -fino all'ultimo ingresso era stata concessa un proroga- in casa della famiglia che era accompagnata dagli attivisti della Rete Diritti in Casa che hanno cercato di mediare per trovare una soluzione per un ulteriore rinvio. Ma il proprietario dell'abitazione ha chiesto l'intervento della Polizia per procedere a liberare l'appartamento.

Così verso le ore 10, ai due poliziotti che si sono recati in casa insieme all'ufficiale giudiziario, se ne sono aggiunti altri. Davanti alla casa di via San Leonardo c'era un discreto dispiegamento di forze dell'ordine, poichè in supporto sono arrivati anche i Carabinieri e la Digos. I vicini, allarmati per la situazione, pensavano ad un intervento restrittivo nei confronti di qualche criminale. Invece si trattava di uno sfratto, alla fine eseguito senza lo sgombero poichè gli attivisti e la famiglia -in tutto una ventina di persone- hanno deciso di lasciare la casa in cambio di una soluzione, anche se per pochi giorni. Dopo ore difficili, infatti è arrivato finalmente un accordo, anche grazie all'intervento dell'assistente sociale, con l'ospitalità della famiglia in un albergo sino a lunedì 22 settembre in attesa di una soluzione adeguata per il nucleo familiare. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Giro passa da Parma: ecco le tappe e gli orari

Attualità

Il parco Vezzani torna a nuova vita

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento