Sfrattati con una bambina di 10 giorni

La mattina del 4 ottobre due camionette e 15 carabinieri per eseguire il provvedimento, il padre: "Hanno offerto la struttura per mia moglie, ma non può stare sola con la figlia appena nata"

La mattina del 4 ottobre a Bianconese di Fontevivo è stato eseguito un provvedimento di sfatto di una famiglia composta da padre, madre e figlia, nata da 10 giorni. Gli inquilini non pagavano l'affitto da tempo: l'ufficiale giudiziario infatti si era presentato numerose volte presso il loro domicilio. La data di oggi è quella dell'ultimo rinvio, in quinto ingresso: verso le otto di mattina si sono presentati circa quindici Carabinieri e due camionette per eseguire il provvedimento di sfratto.

sfratto-5

Gli inquilini, che erano soli all'interno dell'appartamento con la figlia di 10 giorni, sono usciti e ora si trovano in strada. Hanno un furgone, hanno sistemato le loro cose lì e ora pensano al loro futuro, a cosa fare nelle prossime ore. Secondo la testimonianza dell'inquilino stamattina, sul posto, anche il sindaco di Fontevivo della Lega Nord Tommaso Fiazza. 

Cosa vi hanno proposto stamattina, dopo l'esecuzione dello sfratto? "Il Comune ha proposto a mia moglie di andare in una struttura con la figlia di 10 giorni ma lei ha rifiutato" ci racconta l'ex-inquilino, che prima di perdere il lavoro faceva il gommista, ma non è possibile che lei stia da sola con una bambina di quell'età. C'è bisogno anche di un'altra persona che la assista. La proposta era la struttura per loro, mentre per me nessuna soluzione, ovvero la strada" 

sfratto2-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cosa farai adesso? "Sto pensando di protestare in qualche modo per cercare di ottenere una soluzione anche di emergenza ma che coinvolga tutta la famiglia: non è possibile separare un nucleo famigliare con una figlia nata da dieci giorni. Io, tra l'altro, stamattina ho portato il contratto di lavoro che ho appena firmato che mi permetterà di lavorare per 5 ore al giorno, sempre come gommista, ovvero il lavoro che avevo perso. In conseguenza di questo episodio non siamo più riusciti a pagare l'affitto al proprietario dell'appartamento". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz contro gli assembramenti: chiuso un locale in via Emilio Lepido

  • Calabria, Pizzarotti sullo spot che attacca il Nord: "Non dirò mai venite a Parma paragonandola ad altre città"

  • Trovato il corpo del 18enne parmigiano annegato in mare

  • Affittano una casa al mare ma la trovano occupata: coppia di Felino truffata via internet

  • Coronavirus, a Parma otto nuovi casi: nessun decesso in tutta la regione

  • Maxi evasione dell'Iva: la Finanza sequestra 12 milioni di euro a due cooperative del gruppo Taddei

Torna su
ParmaToday è in caricamento