menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Noi, in un palazzo senz'acqua con 8 bambini: ecco il nostro calvario"

"Ci laviamo grazie ad alcuni bidoni, prendendo l'acqua dalla fontana": la drammatica storia di tre famiglie che vivono a Pontetaro: "I vecchi inquilini non hanno pagato le bollette e noi ci ritroviamo a vivere così"

"Ci laviamo e utilizziamo l'acqua solo grazie ad alcuni bidoni che riempiamo alla fontana pubblica e poi portiamo in casa". La drammatica storia di tre famiglie con bambini che vivono all'interno di un palazzo a Pontetaro, nel Comune di Noceto, che, anche solo visto dall'esterno, si mostra in tutta la sua precarietà: le condizioni sono fatiscenti. "Le nostre condizioni di vita sono proibitive, guardi come è tenuto il nostro palazzo: è tutto arrugginito, l'assenza del riscaldamento ha provocato tutto ciò: l'umidità sta mettendo in serio rischio alcune pareti. Quando c'era l'acqua era marrone, non era immediatamento utilizzabile". A raccontarci la loro storia tre famiglie, composte da padre, madre e figli. "Io ho quattro bambini piccoli che non possono vivere in queste condizioni proibitive. Noi adulti possiamo anche restare senz'acqua ed arrangiarci ma i bambini no, i miei figli sono costretti a lavarsi così e a vivere in queste condizioni". Anche le altre due famiglie hanno figli: "Ho un figlio di sei mesi ed uno di tre anni, non posso più stare in questa situazione, chiediamo al Comune di Noceto di fare qualcosa, di trovare una soluzione per le nostre famiglie". Da circa un mese e mezzo secondo il racconto degli inquilini, è stata staccata l'acqua, a causa del fatto che le altre famiglie che erano presenti nel palazzo sono andate via e non hanno saldato quanto dovuto per le bollette del gas e dell'acqua. E ora si trovano in un limbo, costretti a vivere senza gas e senz'acqua. "Due anni fa infatti è stato staccato il gas e per noi è stato un disagio di cui non avevamo colpa, alcune famiglie sono andate via senza pagare le bollette ed il proprietario si è ritrovato con i debiti da pagare, poichè i contratti di gas e acqua sono intestati a lui. Quello della luce invece alle famiglie: quella non è stata staccata perchè le bollette le paghiamo". "Si, io ho perso il lavoro due anni fa ma la utenze non sono state staccate perchè non pagavamo le bollette, ma per il debito lasciato dai vecchi inquilini, il proprietario in questo ha anche ragione ma non non possiamo stare senz'acqua, sicuramente non possono starci i nostri bambini". Le tre famiglie, tramite Parmatoday, fanno un appello al sindaco ed al Comune di Noceto: chiedono un incontro e una soluzione alternativa: "Sono stato tante volte in Comune, ormai mi conoscono; la nostra situazione non è certo segreta, tutti in paese lo sanno, anche le Istituzioni locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Attualità

Scuola Bottego, piano allagato: gli alunni tornano a casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento