Cronaca

Fanno un incidente con l'auto dei genitori, poi scappano: due 15enni ritrovati dai carabinieri

I ragazzi hanno passato la notte in un magazzino abbandonato: storia a lieto fine grazie alla prontezza dei militari

Hanno preso l'auto dei genitori di uno di loro, hanno fatto un incidente, danneggiando il veicolo, poi per paura della loro reazione sono scappati ed hanno dormito all'interno di un magazzino abbandonato. La vicenda di due 15enni di Langhirano ha avuto un lieto fine grazie all'intervento dei carabinieri che, dopo aver inviato alcuni messaggi ad uno dei ragazzi, sono riusciti a convincerli a parlare con loro per risolvere la situazione. L'episodio è avvenuto nella giornata di domenica 11 aprile: la madre di uno dei due ha fatto una segnalazione ai carabinieri. Il figlio 15enne, infatti, non era tornato a casa dopo aver passato la notte a casa di un'amico: la donna era convinta di mandare messaggi, via WhatsApp, con la madre del ragazzo. I militari hanno verificato invece che l'utenza era in uso ad un amico del 15enne. 

La mamma del ragazzo, per aiutare i militari ad acquisire più informazioni possibili per individuare i giovani, ha riferito che l’autovettura parcheggiata sotto casa aveva un parafango ammaccato e che mancavano le chiavi di scorta. A questo punto si è subito pensato che i due avessero utilizzato l'auto, danneggiandola.

Il Comandante di Stazione ha iniziato ad inviare messaggi ad uno dei due 15enni, volti ad instaurare un rapporto di fiducia. Dopo aver ottenuto risposta iniziava un lungo conversazione in cui il militare spiegava ai ragazzi che si era capito il motivo dell’allontanamento, che l’importante era che nessuno si fosse fatto male e di rispondere alle sue chiamate. I giovani ancora preoccupati riferivano di stare bene e di non aver il coraggio di tornare.

A questo punto nel corso degli ulteriori messaggi, volti a persuadere, i 15enni che non potevano scappare il Comandante si offriva di andare a prenderli promettendogli che non sarebbe accaduto nulla, in quanto i genitori erano preoccupati enon arrabbiati.  Il telefono risultava agganciare le celle di Langhirano: diverse pattuglie dei carabinieri hanno iniziato le ricerche. 

I ragazzi sono stati individuati, in località Mulino Fabiola all’interno di un piccolo magazzino al coperto dove avevano trovato riparo per la notte. Accompagnati in ufficio, e dopo aver chiarito la dinamica, i ragazzi sono tornati dai genitori. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fanno un incidente con l'auto dei genitori, poi scappano: due 15enni ritrovati dai carabinieri

ParmaToday è in caricamento