menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Farmacie comunali: Admenta applica il contratto per le private. Senza avvisare il Comune

Il Gruppo Admenta ha deciso di non applicare più alle maestranze il contratto nazionale delle farmacie pubbliche. Con quello per le private c'è un peggioramento retributivo e di diritti. Filcams Cgil: 'Confronto urgente con il Comune per capire la sua posizione'

"Dove stanno andando le farmacie comunali di Parma? Se lo chiedono i farmacisti dipendenti e il sindacato di categoria FILCAMS CGIL provinciale che li rappresenta, a seguito della decisione unilaterale del Gruppo Admenta di non applicare più alle maestranze il contratto nazionale delle farmacie pubbliche e speciali (CCNL ASSOFARM) ma di passare a quello delle farmacie private (CCNL FEDERFARMA).

Decisione impropria perché appunto le farmacie in questione non sono farmacie private. Come poi è facile immaginare il passaggio di contratto comporta per i farmacisti un notevole peggioramento sia dal punto di vista retributivo che in termini di diritti. A ciò si aggiunge il fatto che tale decisione non è stata sottoposta a nessuna discussione con le organizzazioni sindacali e nemmeno con il Comune di Parma che detiene il 20% della società Farmacie di Parma SPA, di cui Admenta è titolare della maggioranza delle quote. Lo stesso Gruppo ADMENTA fino al 2016 gestirà le tre farmacie comunali (via dei Mille, via Fleming e via Campioni).

È utile ricordare che di queste farmacie il Comune di Parma rimane comunque il proprietario unico. Un ruolo dunque tutt'altro che marginale. La decisione unilaterale del Gruppo Admenta, che vale su tutto il territorio nazionale, ha già fatto infuriare diversi Comuni tra cui quello di Milano che pubblicamente ha preso nettamente le distanze, e ne chiederà conto, sia nel merito della decisione per la lesione delle tutele lavorative che per il modo in cui è stata compiuta.

La FILCAMS CGIL provinciale chiederà nelle prossime ore al Comune di Parma un confronto urgente per conoscerne il punto di vista e per chiedere un'azione decisa nei confronti di Admenta per stoppare un'operazione che lucra sulla gestione scaricandone i costi sui farmacisti, lavoratori altamente professionalizzati, che svolgono un importante ruolo di presidio della salute dei cittadini, sempre più chiamati ad assumersi ruoli e responsabilità per uno stipendio tutt'atro che di privilegio. Inoltre la FILCAMS percorrerà tutte le strade vertenziali e legali per mantenere ai dipendenti delle farmacie speciali le tutele di cui hanno sempre avuto diritto e oggi, unilateralmente, messe in discussione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma rischia di finire in zona rossa

  • Cronaca

    Covid: scendono i casi, salgono i morti

  • Cronaca

    Oggi il Dpcm: le scuole a Parma verranno chiuse?

  • Attualità

    Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento