menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verso la fine del 2011: ecco cosa ricorderanno i parmigiani di quest'anno

Dagli arresti per corruzione alla caduta di Vignali, dalla battaglia contro l'inceneritore alla sentenza Bonsu, dalla strage di Fidenza alla condanna di Tanzi: i fatti che hanno segnato gli ultimi 365 giorni

Il 2011, che sta per terminare, è un anno che rimarrà per molto tempo nella mente dei parmigiani. Gli scandali per corruzione, gli arresti, il popolo in piazza, le dimissioni del sindaco Vignali, la sentenza del caso Bonsu, la condanna e l'arresto di Tanzi, la strage di Fidenza, la storia infinita dell'inceneritore, l'addio a Felice da Parma 'Còr Pramzàn', la tragedia di 'Cissè' l'11enne morto su un campetto di calcio, l'omicidio della 20enne Cosmina: sono alcuni dei fatti che hanno segnato quest'anno che volge al termine.

jacobazzi comandante vigiliCORRUZIONE: GLI ARRESTI DI SAN GIOVANNI
Si chiama 'Green Money 2' l'operazione della Guardia di Finanza che il 24 giugno porta all'arresto di 11 persone per corruzione, tra cui il comandante dei vigili Jacobazzi, i dirigenti comunali Iacovini e Moruzzi, il direttore di Iren Bertoli, il presidente di Engioi Balisciano, cinque imprenditori e un investigatore privato. Il procuratore capo Gerardo Laguardia dirà: "Il sistema della corruzione a Parma è molto diffuso".
Il sindaco Vignali dice di "non sapere" e non si dimette. Lasciano, invece, l'assessore Sommi e Pellacini.

protesta tangenti comuneTANGENTOPOLI PARMIGIANA: SCOPPIA LA PROTESTA DI PIAZZA
Dopo il terremoto scatenato dall'inchiesta contro la corruzione, i cittadini decidono di scendere in piazza e si riuniscono sotto i Portici del Grano per chiedere le dimissioni del sindaco Vignali e della sua giunta. Tensioni e cariche accompagnano la prima di una lunga serie di manifestazioni contro il sistema di corruzione scoperchiato a Parma. Il popolo dei Portici del Grano tornerà davanti al Comune con pentole, fischietti e striscioni il 29 giugno, 5 luglio, 7 luglio, 10 luglio, 13 luglio, 26 luglio, 29 agosto, 17 settembre.

L'ARRESTO DI BERNINI E LE DIMISSIONI DI VIGNALI
Il 26 settembre viene arrestato l'assessore alla Scuola, Giovanni Paolo Bernini, il suo braccio destro, Signorini, e due imprenditori. Ancora una volta esplode la protesta di piazza. Il 28 settembre il sindaco Vignali rassegna le dimissioni. Ma l'inchiesta su appalti e corruzione continua e il 21 novembre vengono arrestati due funzionari di Stt, holding partecipata del Comune. Alla guida dell'amministrazione arriva prima Anna Maria Cancellieri (che poco dopo viene nominata Ministro dell'interno) e poi Mario Ciclosi, attuale commissario straordinario.

bonsu emmanuelPROCESSO BONSU: CONDANNATI I VIGILI
Dopo tre anni dal pestaggio del ragazzo ghanese avvenuto il 29 settembre 2009, il 3 ottobre scorso, il giudice Paolo Scippa, condanna tutti e otto i vigili imputati nel processo. In seguito alla denuncia del ragazzo le indagini avevano individuato gli agenti responsabili dell'aggressione, accusati poi di diversi reati, tra cui sequestro di persona, lesioni, falso ideologico, calunnia con l'aggravante della discriminazione razziale.

calisto tanzi crac parmalat-4CRAC PARMALAT: TANZI CONDANNATO IN CASSAZIONE
Il 4 maggio 2011 l'ex patron del Gruppo di Collecchio viene condannato in via definitiva dalla Cassazione a otto anni di reclusione e il 5 maggio gli uomini della Guardia di Finanza eseguono l'arresto di Tanzi portandolo nel carcere di via Burla.

fidenza via berenini civico 100LA STRAGE DI FIDENZA: MAMMA UCCIDE I FIGLI E POI SI TOGLIE LA VITA
Il 2011 si è aperto con una tragedia: l'8 gennaio a Fidenza, in un appartamento di via Berenini, Paola Caltabiano, una mamma di 42 anni, ha preso la pistola del marito (guardia giurata) e, nel pieno della notte, ha sparato ai suoi figli di 12 anni e 9 mesi. Poi ha puntato l'arma contro se stessa e si è sparata un colpo alla tempia. La donna soffriva da tempo di depressione.

bandiera no inceneritoreINCENERITORE: LA STORIA INFINITA
Il 12 gennaio in mille al 'Paganini' chiedono una città a "rifiuti zero". Dopo 30 giorni viene presentato un esposto all'UE per irregolarità nell'appalto. Il 30 giugno il Comune di Parma mette i sigilli al cantiere in costruzione a Ugozzolo per presunto abuso edilizio. Iren e Provincia annunciano ricorso e intanto al cantiere si continua a lavorare nonostante lo stop imposto dall'amministrazione. Il 9 settembre l'associazione Gestione Corretta Rifiuti scende in piazza con 2mila persone: un'enorme fiaccolata per chiedere di spegnere il forno per sempre. Il 6 ottobre, invece, il Tar accoglie il ricorso e toglie i sigilli al cantiere di Ugozzolo. Successivamente la finanza visita gli uffici di Iren e Provincia dove sequestra diversi atti relativi all'inceneritore. Ora si attende la pronuncia definitiva del Tar.

emilia cosmina prostituta uccisaOMICIDIO DI 'CRISTINA': 20ENNE STRANGOLATA A NOCETO
Il 23 gennaio Silvano Rainieri, operaio di 52 anni di Parola di fontanellato, strangola una prostituta 20enne, Emilia Cosmina Burlan conosciuta da tutti come 'Cristina'. L'uomo, che era un cliente abituale, si era invaghito della ragazza fino a chiederle di diventare la sua fidanzata. Al suo rifiuto, Silvano Rainieri l'ha strangolata. La sentenza ci sarà il prossimo 21 febbraio.

felice bonazzi-2ADDIO A FELICE DA PARMA
Il 15 settembre muore a 86 anni Felice Bonazzi, storico personaggio parmigiano da tutti conosciuto come Felice da Parma. Per 30 anni aveva dato voce ad una storica trasmissione di Radio Parma, seguitissima dai parmigiani, con la sua inseparabile partner Lidia Zilioli. Felice da Parma aveva 86 anni ed era un oltretorrentino doc. Simbolo della parmigianità e del suo dialetto, durante la sua vita ha sempre trovato il tempo da dedicare agli altri. Aveva chiamato "Cór pramzàn" l'iniziativa messa in piedi proprio con Lidia Zilioli: andavano in giro per le case di riposo a portare musica e allegria ai vecchietti.

118 ambulanza incidente-4SI SENTE MALE MENTRE GIOCA A CALCIO: MUORE UN 11ENNE
Era arrivato a Parma dalla Francia per fare visita e dei parenti. Il 5 luglio un bambino di 11 anni di origini ivoriane stava giocando a calcio nel campo del quartiere Montanara con i nuovi amici che lo chiamavano "Cissè", come il famoso calciatore. Ma all'improvviso si era sentito male e si era accasciato al suolo privo di conoscenza. Non ce l'ha fatta e il suo cuore ha cessato di battere.

Attendere un istante: stiamo caricando il sondaggio...

Il 2011 se ne va: qual è il fatto che più ti ha colpito?



Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma rischia di finire in zona rossa

  • Cronaca

    Firmato il Dpcm: tutte le restrizioni fino a Pasqua

  • Cronaca

    Covid: scendono i casi, salgono i morti

  • Cronaca

    Oggi il Dpcm: le scuole a Parma verranno chiuse?

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento