Pesci, la difesa passa all'attacco: "Perchè non sono stati segnalati tutti gli sms?"

Gli avvocati Fabio Anselmo e Mario L'Insalata hanno fatto una serie di domande sulla ragazze ed il suo passato: "Ha precedenti di polizia?". Il presidente del Collegio: "Non è consentito dal codice"

Nuova udienza del processo che vede imputato l'imprenditore parmigiano Federico Pesci per violenza sessuale e lesioni nei confronti di una 21enne, che ha denunciato di essere stata violentata dall'uomo e dal nigeriano Wilson Ndu Aniyem, già condannato nelle scorse settimane. La difesa, in particolare l'avvocato Fabio Anselmo, noto per aver seguito le famiglie di Federico Aldrovandi e di Cucchi, ha cercato di mettere in dubbio la ricostruzione fatta dall'accusa, soffermandosi in particolare su alcune intercettazioni "che non sarebbero state trascritte".

"Tra il 18 ed il 19 luglio -ha chiesto l'avvocato al capo della Squadra Mobile di Parma Cosimo Romano "sono stati segnalati solo due sms della ragazza, ma in realtà ci sono altri sms e telefonate". "Abbiamo avuto il telefono solo per vedere le chat, le analisi sono state fatte dalla polizia Scientifica" è stata la risposta del dirigente della Questura. Il 28 luglio la ragazza sarebbe rimasta coinvolta in un incidente stradale.

Fabio Anselmo punta sulla prognosi di 45 giorni fatta dal Pronto Soccorso: la ragazza, secondo la ricostruzione della difesa, sarebbe uscita di casa prima. Il presidente del collegio però ha chiarito che "la prognosi non significa che la persona debbe stare necessariamente a casa". L'avvocato Mario L'Insalata ha anche cercato di chiedere se la ragazza aveva precedenti di polizia ma la risposta del presidente del Collegio è stata chiara: "Non è consentito dal codice, a meno che non siano precedenti per calunnia o falsa testimonianza". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina una donna in piazzale Pablo: 19enne gambiano lo insegue e lo fa arrestare

  • Coltellate sul Frecciarossa, sotto choc il parmigiano che ha difeso la donna: " Usata una cinta per fermare l'emorragia"

  • C'è un'altra Parma sotto terra

  • "L'ho sentita urlare e sono intervenuto. Così ho fermato lo scippatore"

  • Truffa del Postamat, la maxi indagine riguarda anche Parma

  • Chiamavano i clienti per offrirgli la droga: arrestati tre pusher

Torna su
ParmaToday è in caricamento