menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Felino, la lista "Vivere il cambiamento" aderisce al Protocollo dei Comitati Ambientali della Pedemontana

Nella mattinata la lista civica "Vivere il cambiamento" candidata per le prossime amministrative nel Comune di Felino, ha firmato un Protocollo d'intesa con i comitati ambientali della Pedemontana per la tutela della salute e dell'ambiente

"La firma di oggi è stata un'importante segnale da parte della forza politica "Vivere il Cambiamento" nel rispetto dell'ambiente e della salute della popolazione", con queste parole i comitati della Pedemontana hanno accolto la firma del capolista Sergio Filippa alle istanze esposte nel Protocollo d'intesa presentato nell'assemblea pubblica del 26 maggio al Teatro Comunale di Felino "I comitati ambientali incontrano i candidati sindaco".

A seguito dell'assemblea i comitati hanno accolto in toto le osservazioni delle liste presenti, "Vivere il Cambiamento" e "Cambiamo Felino", rivisitando in alcune sue parti il documento d'origine: hanno circostritto la richiesta di abrogazione del PAES (Piano energetico comunale) ai soli punti 9 e 10 riguardanti l'uso di biomasse e biogas nel territorio e lo sviluppo di reti di teleriscaldamento tramite vettori energetici solidi, hanno rinunciato inoltre alla richiesta di diritto di parola nelle commissioni consigliari.

Il protocollo, sottolineano i comitati "è frutto di un percorso di sensibilizzazione avviato nel territorio  che ha coinvolto vari comitati della Pedemontana e Rete Ambiente Parma, questo proprio perchè l'ambiente non ha confini e incide sulla qualità della vita di tutti".

Il candidato sindaco Sergio Filippa della lista "Vivere il cambiamento" in occasione della firma ha espresso le motivazioni della lista che rappresenta: "ritengo che la firma del protocollo sia una scelta doverosa, obbligata e morale. Non firmarlo avrebbe significato rientrare nella logica assurda di non occuparci della salute dei cittadini. Siamo onorati e contenti di aver fatto questa scelta".

Qualche domanda ai comitati ambientali...

 Come si è arrivati alla formulazione di un protocollo?

I comitati spiegano che "preso atto del gravissimo livello di inquinamento del territorio: l'Emilia Romagna è classificata zona rossa, tra le più inquinate del mondo e delle scelte ambientali dell'amministrazione uscente che, oltre ad aver permesso la costruzione del cogeneratore Citterio a Poggio Sant'Ilario, ha deliberato la possibilità di costruire altri impianti simili, abbiamo approfittato di questa tornata elettorale affinchè chi ambisce ad amministrare il Comune di Felino, si assuma la responsabilità del proporio impegno -tramite una presa in carico formale- di tutelare la salute della popolazione e quella delle generazioni future".

Quali sono i contenuti del documento?

Rispetto al cogeneratore Citterio già in funzione, chiediamo di operare un monitoraggio costante dell'impianto accompagnato da un controllo epidemiologico sulla popolazione.

Per quanto riguarda gli atti amministrativi in essere chiediamo l'abrogazione di tutte le delibere che hanno approvato cogeneratori, biomasse, biogas considerati dalla comunità scientifica indipendente impianti insalubri di prima categoria.

Rispetto alle comunicazioni con l'amministrazione, chiediamo alla lista sottoscrivente la possibilità di fornirci preventivamente informazioni sulle convocazioni delle commissioni consigliari relativamente ai temi ambientali e, qualora se ne senta la necessità, di poter far pervenire osservazioni di esperti sul tema trattato.

Cosa vi hanno risposto le altre liste?

La lista "Cambiamo Felino" con candidata sindaco Debora Conciatori, si è dichiarata favorevole ma, ad oggi, non ha formalizzato alcuna adesione al nostro protocollo.

Rispetto alla lista "Il centro sinistra- Insieme per Felino" con candidata sindaco Elisa Leoni,  non presente all'assemblea del 26 maggio, ci rammarichiamo non ci sia mai stato un confronto sui temi ambientali. Constatiamo inoltre che, a dispetto di ogni logica, tale lista continua a rivendicare le proprie scelte ambientali -quali il cogeneratore Citterio- considerandole ecosostenibili e dichiarandosi altresì comune virtuoso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 88 nuovi contagi e 4 decessi

  • Cronaca

    I parmigiani e il vaccino: aumentano gli scettici

  • Attualità

    Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento