Felino e Sala Baganza, amministrazione unica? Distante: "Referedum popolare per l'unificazione dei Comuni"

La proposta di referendum popolare avanzata dal consigliere comunale in carica a Sala Baganza Giuseppe Distante (M5S) che cerca una soluzione per l'abbassamento dei costi diretti e indiretti dei Comuni gravati da tempo dai tagli e dalle spese per sostenere le macchine amministrative e gli Enti

Un referendum popolare, prossimo punto del movimento 5 stelle della campagna elettorale 2016 che si terrà a Sala Baganza, per l'unificazione dei Comuni di Felino e Sala Baganza.

La proposta del consigliere Giuseppe Distante (M5S) - Nell'epoca delle grandi e veloci vie di comunicazione, della digitalizzazione delle informazioni e dei servizi, continuiamo ad avere, in Italia ed anche in Provincia di Parma una pletora ingiustificabile di enti pubblici, ed in particolare di Amministrazioni Comunali. Parliamo non a caso di "Amministrazioni Comunali" e non di Comuni, perché vogliamo distinguere il "Comune" inteso nel suo senso etimologico di "Comunità" con proprie tradizioni e cultura, patrimoni assolutamente da valorizzare, dalla "Amministrazione Comunale" intesa come apparato amministrativo, burocratico e politico, la cui consistenza, oggi, da una lato è esorbitante, in termini numerici, rispetto alle reali necessità, e dall'altro risulta frazionata e dispersa in troppi enti: non ha alcun senso, ne' economico ne' funzionale, avere due consigli comunali, due segretari comunali, due uffici tecnici, due anagrafi, ecc., a meno di due chilometri di distanza, come nel caso, ad esempio di Sala Baganza e Felino.

Lo hanno già capito da tempo i Carabinieri, che hanno una stazione unica, le autorità scolastiche, che hanno un unico Istituto Comprensivo, gli stessi cittadini che hanno dato vita e sostengono realtà come l'Assistenza Volontaria, unica tra Collecchio, Sala e Felino.

Gli unici a non capirlo, finora sono i politici, ed è comprensibile: più "Amministrazioni Comunali" significa più poltrone, più potere e denaro da gestire, più favori da elargire, nei casi peggiori più prebende, corruzione, illegalità. I tentativi di "coordinamento" e "razionalizzazione" finora implementati, come l'unione Pedemontana, costituiscono una soluzione peggiore del problema: un nuovo carrozzone che non sostituisce, ma si aggiunge a quelli esistenti. Le unioni finora realizzate, come ad esempio l'unificazione di Sissa e Trecasali, si sono dimostrate efficaci e risolutive, ed hanno riscontrato la soddisfazione dei cittadini mentre la soluzione "Terre Verdiane", al pari dell'Unione Pedemontana, si è dimostrata un fallimento. Sala Baganza e Felino sono due Comuni per molti aspetti simili: per ubicazione, tradizione, dimensioni, realtà sociale ed economica. Li divide oggi un ponte. Fondersi con Collecchio sarebbe come diventare una frazione..motivo per cui non prendiamo in considerazione la cosa.

La nostra proposta, che costituirà anche uno dei punti della campagna elettorale del 2016, è l'indizione di un referendum popolare per verificare la volontà dei cittadini di unificare i due comuni, il che significherebbe un unico Consiglio Comunale, un solo sindaco ed una unica giunta, con un taglio netto dei costi diretti della politica. Ma significherebbe anche un taglio ai costi indiretti: unificazione dei servizi, a partire dalla Polizia Municipale, che potrebbe avere sede a Felino mentre già i Carabinieri sono a Sala(Migliorando quindi la Sicurezza); razionalizzazione della distribuzione degli uffici comunali, equamente dislocati nelle due località, non duplicati come oggi ma rafforzati dalla concentrazione delle risorse umane e strumentali. Migliore programmazione e gestione del territorio, dell'urbanistica, dell'ambiente, del commercio e delle attività produttive, della viabilità. Proponiamo anche un possibile nome: Ponte Baganza(Ma questo lo lasceremo decidere ai cittadini). Il ponte che oggi divide i due comuni diventerebbe così il simbolo anche ideale dell'unificazione. Le due località conserverebbero naturalmente il loro nome: Felino, nome famoso in Italia e nel mondo; e Sala riprenderebbe l'antico nome, appunto semplicemente "Sala" come prima del 1862. L'esempio, tra l'altro, potrebbe essere seguito da altre realtà, come ad Traversetolo e Montechiarugolo: il M5S, in vista delle elezioni amministrative 2016 che si terranno anche a Traversetolo, si sta già muovendo anche in tal senso. Nel 1873 Buda e Pest si unirono per formare Budapest, una delle più belle capitali d'Europa, e fra loro c'era il Danubio. Noi, più modestamente, ci proponiamo di riunire le due sponde del Baganza.

G.Distante (M5S Unione Pedemontana)

Potrebbe interessarti

  • Parma, tappa per BlaBlaBus: si viaggia in tutta Europa

  • Morso del ragno violino: cosa fare

  • Bere alcolici fa male: il vero sballo è dire no

  • Come pulire e igienizzarei bidoni della spazzatura

I più letti della settimana

  • Tragico schianto in moto contro l'ambulanza, il fidanzato muore: 27enne di Parma in prognosi riservata

  • Incidente in piscina: la 12enne parmigiana è morta

  • Tragedia a Colorno: ciclista 54enne cade sull'Asolana e muore

  • Pauroso schianto tra auto e bici a Noceto: 16enne gravissimo al Maggiore

  • Parma sotto choc per la morte di Sofia Bernkopf: "Una bambina che amava ballare e sorrideva a tutti"

  • Caso Pesci, i medici del Pronto Soccorso: "Legata, con una pallina in bocca e frustata"

Torna su
ParmaToday è in caricamento