menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arianna è morta per strangolamento e soffocamento

L'autopsia ha rilevato la presenza di contusioni e di graffi sul corpo di Paolo Cocconi: la 43enne ha cercato in tutti i modi di liberarsi dalla stretta del suo ex fidanzato ma la sua forza ha prevalso

Arianna Rivara è morta per strangolamento e soffocamento mentre Paolo Cocconi, il suo assassino, è morto per un'overdose di farmaci. I risultati dell'autopsia condotta sui corpi di entrambi conferma la ricostruzione abbozzata nei giorni subito dopo il duplice omicidio, avvenuto dopo la mezzanotte di giovedì 26 gennaio all'interno dell'appartamento di via Gibertini, 6 di proprietà di Paolo Cocconi, ex fidanzato di Arianna. Dopo tredici anni di relazione la loro storia era finita per la decisione presa dalla donna nel mese di luglio. Paolo Cocconi però non voleva rassegnarsi alla scelta e ha continuato a chiedere ad Arianna di riprendere la relazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma rischia di finire in zona rossa

  • Cronaca

    Covid: scendono i casi, salgono i morti

  • Cronaca

    Oggi il Dpcm: le scuole a Parma verranno chiuse?

  • Attualità

    Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento