Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca Centro / Strada Giuseppe Garibaldi

'Ferite a morte', la Spoon River sul femminicidio fa tappa al Teatro Regio

La Spoon River sul femminicidio, scritta e diretta da Serena Dandini, il 6 e 7 dicembre fa tappa al Teatro Regio: in scena Lella Costa, Giorgia Cardaci, Orsetta de’Rossi e Rita Pelusio

La Spoon River sul femminicidio, scritta e diretta da Serena Dandini, il 6 e 7 dicembre fa tappa al Teatro Regio nell’ambito della Stagione 2013/2014 di Fondazione Teatro Due. In scena Lella Costa, Giorgia Cardaci,  Orsetta de’Rossi, Rita Pelusio.  Dopo quindici eventi ‘sold out’ nelle più grandi arene italiane e alla vigilia di un tour internazionale che ha conquistato il pubblico del Palazzo di vetro dell’Onu, a New York, nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne, “Ferite a morte”, il progetto teatrale sul femminicidio scritto da Serena Dandini in collaborazione con Maura Misiti, prosegue la sua tournée sul territorio nazionale. Appuntamento il 6 e 7 dicembre alle 21.00 al Teatro Regio di Parma nell’ambito della Stagione 2013/2014 di Fondazione Teatro Due per poi proseguire, con un calendario serratissimo, fino alla fine di dicembre.

Serena Dandini ha attinto dalla cronaca e dalle indagini giornalistiche per dare voce alle donne che hanno perso la vita per mano di un marito, un compagno, un amante o un “ex”. Per una volta, sono loro a parlare in prima persona. Come in una Spoon River del femminicidio, ognuna racconta la sua storia attraverso il linguaggio della drammaturgia, giocato, a contrasto, su toni ironici e grotteschi. La scena teatrale è sobria: un grande schermo rimanda filmati ed immagini evocativi, la musica accompagna le donne a raccontare la loro storia assieme agli oggetti che hanno caratterizzato la loro tragica avventura.

Sul palco, ad interpretare le vittime, quattro attrici che si alternano a dare voce a queste storie: Lella Costa, celeberrima protagonista dei palcoscenici italiani e icona del teatro civile, Orsetta de’ Rossi, volto noto del cinema e della televisione, Giorgia Cardaci, attrice attiva tra grande e piccolo schermo, e Rita Pelusiofuoriclasse del teatro comico nostrano. A loro si uniranno Alessandra Siniscalchi, presidente del Comitato di Imprenditoria Femminile, e Chiara Foglia, del Centro Antiviolenza di Parma. “Ferite a morte” si avvale del patrocinio del Ministero degli Esteri italiano ed ha come partner Eni e Unipol. La messinscena dello spettacolo è a cura di Serena Dandini, coadiuvata dall’aiuto regista Francesco Brandi. “Ferite a morte” è una co-produzione Mismaonda srl – La “Ferite a morte” è anche un libro (edito da Rizzoli) e un sito www.feriteamorte.it che raccoglie informazioni, petizioni, notizie sul tema della violenza di genere. Biglietti da 11 a 27 euro. Informazioni e Biglietteria tel 0521/230242 – biglietteria@teatrodue.org www.teatrodue.org.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Ferite a morte', la Spoon River sul femminicidio fa tappa al Teatro Regio

ParmaToday è in caricamento