'Le donne di marzo 2013': più di 20 iniziative tra città e provincia

Rassegna ideata dalla Provincia di Parma che ha moltiplicato l'occasione della Giornata internazionale delle donna - l'8 marzo - in tante opportunità per incontrare le donne, i pensieri, i talenti

C’è l’ironia e il gioco, il sapere e la memoria, la voglia di fare e di lottare: sono tanti gli spunti di riflessione proposti con “Le donne di marzo 2013”, rassegna ideata dalla Provincia di Parma che ha moltiplicato l’occasione della Giornata internazionale delle donna – l’8 marzo – in tante opportunità per incontrare le donne, i pensieri, i talenti. Il cartellone, presentato questa mattina, propone più di venti appuntamenti in città e nel territorio, momenti d’incontro molto diversi fra loro così come diverse sono le esperienze e i temi che spaziano dall’attualità alla storia, alle origine e culture, dalla legalità ai femminicidi.

“Questo lavoro è come uno scrigno, in cui sono contenuti elementi utili per raccontare al mondo di cosa sono capaci di fare le donne nella loro vita Lo facciamo nei giorni dell’8 marzo, una data che fissa il riconoscimento più alto della differenza di genere, fuori dall’idea deformata che ha assunto nella società moderna. L’8 marzo ci serve per alzare la voce e raccontare in quale misura le donne si confrontano. Abbiamo fatto sintesi dei saperi e dei talenti proponendo una lettura profonda e articolata del lavoro di anni” – ha spiegato l’assessore provinciale Saccani illustrando questa mattina gli appuntamenti della rassegna insieme ad alcune protagoniste degli eventi fra cui la sindaca di Zibello Manuela Amadei, la presidente dello Zonta Club Claudia Rabajotti,  la presidente del Centro Antiviolenza Samuela Frigeri, Maria Grazia Bolognesi di Proboscidea, la consigliera di parità Aldina Bocchi.

Uno dei punti cardine del programma è il “Premio Pierangela Venturini”, il riconoscimento intitolato all’avvocata scomparsa nel 2007 e pensato per valorizzare l’opera di donne altrettanto “forti”.  La cerimonia della 4° edizione si terrà l’8 marzo nella sala Savani in Provincia (ore 10,30). Il primo incontro in calendario - dopo l’anteprima di “Vivere spettinata” – è la presentazione del libro curato da Manuela Amadei e Rosalba Scaglioni “Come pietre lungo il Fiume” (martedì 5 marzo, ore 17.00, sala Savani, Provincia di Parma), la storia di Zibello raccontata attraverso le emozioni, i sentimenti, i ricordi delle bambine dell’asilo, ma anche delle donne e uomini del paese. 

Oltre al Premio Venturini, l’ 8 marzo (ore 8.45-16.30) all’aula Congressi del Maggiore ci sarà il convegno “La medicina delle differenze: un percorso fra i generi e le culture” promosso dai Comitati Unici di Garanzia di Azienda Usl e Azienda Ospedaliera Universitaria di Parma. Nel pomeriggio dell’8 (ore 15.00) al Museo Archeologico Nazionale in Pilotta e sabato 9 marzo (ore 10.30) alla Galleria Nazionale, la cooperativa Artificio propone i “Dialoghi al femminile” . Con Paola Mazzieri si spazierà dalle grandi madri alle virtuose matrone, mentre con Michelle Valeria Costa si parlerà di Elena di Sparta: racconto e interpretazione di un mito.

Lunedì 11 marzo (ore 17.00 in Provincia) Laura Giunta, giornalista di Teleducato, intervista Ludovica Ioppolo autrice de  “Al nostro posto. Donne che resistono alle mafie”, incontro promosso con Coop Nordest e Libera. Martedì 12 marzo (ore 18.30) al TCafè, che ospita anche la mostra fotografica di Anna Campanini e Stefano Vaja, torna “La città di Antigone” con la presentazione del catalogo che illustra il progetto realizzato da Festina Lente Teatro, Associazione Vagamonde e sostenuto da Coop Nordest. Mercoledì 13 marzo (ore 18.00 in Provincia) con Zonta Club Parma si affronta il tema della violenza sulle donne: “Femminicidio: parlarne per prevenire”.

Giovedì 14 marzo (ore 17.00, Aula Magna Università degli Studi di Parma) si presenta il libro di Rossella Palomba “Dove sono finite le pari opportunità in Italia?” iniziativa a cura del Comitato Unico di Garanzia dell’Università degli Studi di Parma. Venerdì 22 marzo (ore 17.00, in Provincia) con le autrici Luisa Rossi e Federica Frediani si parla del libro “Spazi, segni parole. Percorsi di viaggiatrici italiane”; interviene Anna Maria Cavalli.

Sabato 23 marzo (ore 16.00, Centro Interculturale di Parma, Via Bandini 6) si farà festa per la nuova sede di H.I.N.A. – spazio per donne migranti con l’associazione Milleunmondo, Donne di qua e di là, Comunità Senegalese, Mwassi. Dopo il taglio del nastro un incontro sul tema “Aspettare un bambino lontana dal proprio paese” ricerca di Teresa Serra, del Centro Studi AUSL di Parma realizzata con l’Università, su donne straniere in gravidanza. A seguire lo spettacolo teatrale: “Nascere sul mappamondo: mamme diverse o uguali?” le donne raccontano l’esperienza di essere madri in Italia a cura dell’associazione Milleunmondo con Futura e Il Pozzo di Sicar.

Lunedì 25 marzo (ore 8.30 -13.00, Teatro delle Briciole) l’VIII edizione del Premio Colasanti Lopez rinnovato nei contenuti. Le scuole partecipanti presenteranno gli spettacoli realizzati e dedicati a “Le magnifiche” : Maria Bashir , Artemisia  Gentileschi, Ipazia, Madre Anna Maria Adorni, Rita Atria, Dora Klein, Giovanna D’Arco. Sei donne speciali sulle cui vite altrettanti scuole superiori di Parma hanno costruito lavori teatrali che saranno giudicati dal Centro Antiviolenza di Parma e dall’associazione Proboscidea. Non manca la musica: giovedì 28 marzo (ore 17.00, Cavedio di Palazzo Giordani) concerto “L’opera è donna” con Sarah Biacchi soprano e Carla They arpa. Con F.I.D.A.P.A. BPW International.

Alla memoria e alla volontà di ricordare è ispirato il “Dizionario delle Parmigiane” recente iniziativa della Provincia di Parma, realizzata col sostegno di Fondazione Cariparma, e curata da Fabrizia Dalcò. Oltre alla presentazione in diversi Comuni,  il volume che raccoglie le biografie di più di 1.500 donne del territorio, diventa online. In questa veste sarà presentato sabato 6 aprile (ore 11.00, Oratorio Novo della Biblioteca Civica, v.lo S. Maria 5) nel corso dell’incontro “Guardiamo le carte delle donne” durante il quale sarà anche illustrata una ulteriore iniziativa:  l’inventario dell’Archivio della Biblioteca delle donne “Mauretta Pelagatti” nel sito dell’Istituzione Biblioteche del Comune di Parma. In Provincia mercoledì 6 marzo a Colorno (15.00, Centro sociale Maria Luigia) letture e canti sulla figura femminile, iniziativa realizzata in collaborazione con Ancescao, associazione Voglia di Leggere e con l’Istituto Bodoni di Parma.

Domenica 17 marzo, alle 10.00, nella Sala civica omonima nel decennale della scomparsa si ricorda Anna Mainardi, parlamentare e amministratrice del Comune di Salsomaggiore Terme. Dopo Borgotaro e Lesignano il Dizionario biografico delle Parmigiane sarà presentato a Monticelli Terme (Giovedì 21 marzo ore 21.00, Centro Polivalente) e a Sissa (giovedì 28 ore 20.30, sede Avis).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di San Secondo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento