Corniglio, domenica 8 dicembre arriva la Festa della Spongata

Una giornata per celebrare un prodotto tipico della nostra montagna, la spongata di Corniglio. Si terrà domenica 8 dicembre negli spazi dell'ex Colonia montana di Corniglio la tradizionale "Festa della spongata", organizzata dal Comune di Corniglio

Una giornata per celebrare un prodotto tipico della nostra montagna, la spongata di Corniglio. Si terrà domenica 8 dicembre negli spazi dell’ex Colonia montana di Corniglio la tradizionale “Festa della spongata”, organizzata dal Comune di Corniglio, con il patrocinio della Provincia e in collaborazione con il Parco nazionale tosco emiliano, l’Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità dell’Emilia occidentale  e l’associazione “Masnadieri del gentil salame”. Dalle 10 alle 18 chi si recherà a Corniglio potrà non solo assaggiare il dolce tipico natalizio e approfittare della mostra-mercato dei Produttori artigianali cornigliesi della spongata, ma anche fare acquisti al mercatino enogastronomico di prodotti tipici e scoprire una razza autoctona di quel territorio, la Pecora cornigliese. Proprio la Pecora cornigliese, presente nel nostro Appennino fin dal 1700, sarà infatti al centro dell’appuntamento che aprirà la giornata.

Alle 10.15 nell’ex Colonia Montana si terrà il convegno “Biodiversità, risorsa di un territorio”, promosso dalla Provincia in collaborazione con i parchi dell’Emilia Occidentale: un’occasione per fare il punto sul progetto di tutela e valorizzazione della Pecora cornigliese, che fino a qualche anno fa sembrava condannata all’estinzione, e più in generale sulle iniziative di conservazione di razze autoctone del nostro territorio, intraprese da numerosi soggetti pubblici e privati. “È stato un cammino difficile, in salita, quello della tutela e della valorizzazione della Pecora cornigliese ma grazie all’impegno di enti e allevatori abbiamo comunque conseguito importanti risultati – ha detto il vicepresidente della Provincia Pier Luigi Ferrari, illustrando l’iniziativa questa mattina al Parma Point -. Domenica presenteremo quello che siamo riusciti a ottenere nel corso di un convegno ad hoc”. “Sarà un momento per approfondire diverse tematiche: dalle caratteristiche nutrizionali delle carni alla loro commercializzazione, resa possibile grazie al macellaio Mauro Repetti, che ha consentito di aprire la filiera”, ha aggiunto Marco Rossi del Parco dei Cento Laghi.    

Il convegno si aprirà con i saluti del sindaco del Comune di Corniglio Massimo De Matteis, cui seguiranno diversi interventi: Alberto Sabbioni, docente della Facoltà di Veterinaria dell’Università degli studi di Parma, illustrerà le “Caratteristiche delle carni di Pecora cornigliese”; il titolare della macelleria Le Carni di Langhirano Mauro Repetti parlerà del progetto di filiera della carne che si è sviluppato negli ultimi due anni, soffermandosi su “Possibilità, sviluppo e mercato delle carni minori”; il presidente dell’Ente di gestione per i Parchi e la biodiversità dell’Emilia Occidentale Agostino Maggiali approfondirà “Softeconomy nelle aree protette dell’Appennino emiliano. Opportunità per la promo-commercializzazione delle produzioni tipiche dei parchi e per il marketing del territorio”. A chiudere i lavori sarà il vicepresidente della Provincia Pier Luigi Ferrari e una degustazione di piatti a base di carne di Pecora cornigliese, per dar modo a tutti i partecipanti di conoscere le proprietà e il valore gastronomico di queste carni e far conoscere le ricette tipiche della tradizione montanara.

“La giornata proseguirà con un ricco programma di eventi, un mix tra enogastronomia, cultura e storia - ha sottolineato il sindaco di Corniglio Massimo De Matteis -. Questa festa è un appuntamento tradizionale per Corniglio, un evento molto atteso. Per questo speriamo che siano in tanti a partecipare”. “La nostra intenzione è quella di far conoscere e dar voce anche a prodotti che provengono da fuori provincia – ha affermato l’organizzatore della festa Simone Berzolla -. La spongata sarà infatti abbinata per la prima volta ai vini passiti italiani selezionati dai sommelier dell’Accademia della muffa nobile: un modo per mettere ancor più in risalto le caratteristiche di un dolce presente fin dal Rinascimento”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da segnalare, nel pomeriggio, due presentazioni di libri: alle 15, nella sala Convegni dell’ex Colonia montana, l’autrice Angelina Magnotta presenterà “La spongata e lo zelten tra via Francigena e via Teutonica”; mentre alle 16 gli autori Andrea Agostini e Beatrice Minozzi presenteranno “Con pennino e calamaio”: una ricerca storica sulle “stanze” dell’insegnamento a Corniglio e nelle sue frazioni. Inoltre, alle 17, la presidente dalla Cooperativa 100 Laghi Giorgia Albertelli illustrerà e farà il punto sui due anni di attività del progetto Ludoteca, realizzato dalla cooperativa.
In occasione della festa sarà anche illustrata una nuova iniziativa di promozione dei prodotti tipici di Corniglio, come ha spiegato l’assessore al Turismo del Comune di Corniglio Matteo Cattani: “Alle 12 nell’ex colonia presenteremo la “Rassegna del gusto”, realizzata grazie al contributo di Ascom Parma, Iren Emilia e Camera di Commercio di Parma: per tutto l’inverno e fino a primavera si svolgeranno diverse iniziative, che coinvolgeranno anche i ristoratori locali, per  promuovere tutte le nostre tipicità: dal burro di montagna alla pecora cornigliese, dai funghi al tartufo, dalla spongata ai salumi”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Tavolini ammassati e clienti senza mascherina: chiuso un locale di via Farini

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento