Party in una casa di via Trento, i vicini chiamano la polizia: multe e denunce

Il proprietario si è rifiutato di fornire le generalità e ha insultato gli agenti

Avevano organizzato un vero e proprio party in via Trento all'interno dell'abitazione di un giovane 22enne moldavo. Alcuni ragazzi sono stati identificati e multati nella notte tra sabato 2 e domenica 3 maggio, dai poliziotti che sono giunti sul posto dopo la segnalazione di alcuni residenti.

I rumori che provenivano dalla casa del giovane erano molto forti: i vicini, pensando che fosse in corso una festa, hanno chiamato il 113. Gli agenti delle Volanti hanno bussato ma sono stati accolti dal proprietario di casa con un atteggiamento provocatorio. Il giovane infatti si è rifiutato di fornire i documenti e ha anche insultato i poliziotti.

Gli altri ragazzi che partecipavano alla festa, invece, non hanno avuto un atteggiamento sopra le righe. Nei confronti del proprietario di casa, oltre alla multa, sono scattate due denunce per rifiuto di fornire le generalità e oltraggio a pubblico ufficiale. Per gli amici, invece, solo una multa per aver violato le disposizioni del decreto che limita gli spostamenti per cercare di contenere il contagio da cotonavirus. La festa è stata interrotta e tutti i partecipanti sono stati rispediti a casa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Pasta al glifosato: ecco i marchi che la contengono (e quelli da non dare ai bimbi)

  • Covid: Parma zona gialla da domenica 6 dicembre

  • Ferie blindate: niente vacanze in montagna e divieto di spostamento fuori regione per i parmigiani

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

  • Firmato il Dpcm, coprifuoco e spostamenti: cosa cambia per i parmigiani

Torna su
ParmaToday è in caricamento