Cultura, il Festival Ottobre Africano premiato come miglior evento africano del 2013

A ricevere il Premio, sabato 30 novembre presso l’Auditorium della Camera di Commercio di Brescia, il direttore artistico del Festival Cleophas Adrien Dioma

Si è aggiudicato l’Africa-Italy Excellence Awards come miglior evento africano dell’anno 2013 il Festival Ottobre Africano, quest’anno alla undicesima edizione con un programma intitolato "Dall'Incontro la Cultura” che si è svolto dal 6 al 27 ottobre. Madrina d’eccezione: la cantante Fiorella MannoiaNato a Parma su iniziativa dell’Associazione di promozione sociale “Le Réseau”, creata per favorire la reciproca conoscenza, la collaborazione fra immigrati ed italiani e la convivenza fondata su rispetto, comunicazione e scambio culturale, Ottobre Africano quest’anno, pur in continuità con le edizioni precedenti, ha avuto la grande capacità e forza di trasformarsi in un festival delle culture e delle sinergie, itinerante e multidisciplinare, ramificandosi, oltre che a Parma, a Reggio Emilia, Milano e Roma con un denso programma di cinema, conferenze, letteratura, mostre, moda e musica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A ricevere il Premio, sabato 30 novembre presso l’Auditorium della Camera di Commercio di Brescia, il direttore artistico del Festival Cleophas Adrien Dioma, alla presenza degli ambasciatori del Ghana, Mozambico e Sudafrica. L’evento, promosso da Divino Event Organization, ha avuto come padrino lo scrittore Kossi Komla-EbriIl Festival ha inaugurato quest’anno un nuovo ciclo, in corrispondenza al bisogno sempre più forte di contribuire all'emergere di una nuova visione dell'immigrazione e dell'Africa. L'edizione 2013, in completa assonanza con il dibattito sulla nuova legge sulla cittadinanza e le linee politiche del Ministro Cécile Kashetu Kyenge, che ha dato il patrocinio del Ministero all'iniziativa, ha messo l'accento sull'importanza dell'approccio culturale all'immigrazione. Il Festival Ottobre Africano è stato possibile grazie al patrocinio del Ministero per l’Integrazione e dell'Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali, del Ministero per i Beni e le Attività  Culturali, del Comune di Roma - Assessorato alla Cultura, creatività e promozione artistica - e dell'Organizzazione Internazionale delle Migrazioni (OIM); al sostegno della Camera di Commercio di Roma, della Regione Emilia-Romagna, della Provincia di Parma e dell'Associazione di Fondazioni e Casse di Risparmio (ACRI) e Fondazioni4Africa, della Legacoopsociali e dello sponsor RIA Italia srl; alla collaborazione con il Festival Internazionale di Ferrara, l'Istituto Francese di Roma, la CNA Roma, la CNA World, la REDANI (Rete della Diaspora Africana Nera in Italia), la Casa delle Letterature di Roma, l'ONG CIPSI, l'Officina GRIOT e numerose associazioni di comunità e di artisti internazionali come Destination West Africa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento