Festival Verdi, l'assessore Ferraris presenta i dieci appuntamenti musicali collaterali

Dal 10 al 31 ottobre dieci appuntamenti musicali collaterali al Festival Verdi, ad ingresso libero, per celebrare la grande musica del Maestro. La rassegna è stata presentata in Municipio dall'assessore alla Cultura

Anche quest’anno l’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma ha predisposto un ricco calendario di concerti e appuntamenti, aperti a tutta la cittadinanza e ai turisti che si troveranno in visita a Parma, che faranno da cornice al Festival Verdi per celebrare la musica e il ricordo del Maestro. La rassegna - realizzata con la collaborazione dell’ Associazione Culturale Rinascimento 2.0., dell’Associazione Culturale Arti &Suoni e dell’ Accademia Organistica di Parma e il sostegno di Banca Monte Parma – è stata presentata in Municipio dall’assessore alla cultura Laura Maria Ferraris.

“La Casa della Musica – ha detto Ferraris – sarà l’epicentro delle iniziative che andiamo a realizzare in questo intenso mese di attività. In questo quadro ci fa piacere sottolineare la collaborazione con tante realtà cittadine, e in particolare del Teatro Regio, che ha condiviso questa operazione culturale di portare le celebrazioni verdiane anche fuori dai confini del Teatro. Tra i tanti appuntamenti che vado ad elencare – ha continuato l’assessore – credo meriti una citazione particolare il fatto che Parma ospiterà il terzo festival degli archivi musicali. Le occasioni saranno comunque tante, e tutte ad ingresso gratuito, per far sì che la città, a cominciare dalle famiglie, possa vivere il festival anche in tanti luoghi diversi dal teatro che lo ospita”.

“Abbiamo scelto di sostenere le iniziative dedicate al grande Maestro – ha fatto sapere Bruno Bossina, Direttore Generale di Banca Monte Parma – perché, come banca locale, ci sentiamo chiamati ad investire nello sviluppo non solo economico, ma anche culturale del territorio e nella valorizzazione delle sue eccellenze, tra le quali spicca senza dubbio l’opera verdiana e la prestigiosa tradizione musicale che Parma può vantare”.

Il programma. Il primo appuntamento in programma “TANTI AUGURI MAESTRO!” si terrà venerdì 10 ottobre alle 18.30 al Palazzo del Governatore, in occasione dell’anniversario della nascita del grande compositore, e proporrà al pubblico alcune musiche verdiane arrangiate per quintetto di fiati ed eseguite dai SOLISTI DELL’OPERA ITALIANA. Domenica 12 ottobre doppio appuntamento: alle 11 il Palazzo del Governatore ospiterà il concerto “GIUSEPPE VERDI E LA TERRACOTTA” del settimino di ocarine del GOB Gruppo Ocarinistico Budriese, mentre nel pomeriggio, alle 15.30, partirà da Piazza Garibaldi “BANDE IN FESTA” un’esibizione itinerante con vari concerti eseguiti dal Corpo Bandistico LUIGI PINI di Fontanellato diretto dal Maestro Roberto Botti, dalla Banda dell’Associazione Musicale ESTUDIANTINA di Casalmaggiore diretta dal Maestro Roberto Lupi e dal Corpo Bandistico GIUSEPPE VERDI di Parma diretto dal Maestro Alberto Orlandi. Le tre bande suoneranno infine insieme in un gran finale alle 18.30 in Piazza Garibaldi.

Venerdì 17 ottobre, al Governatore alle 11, si terrà “SAXOFOLLIA e CLARINETTO” in cui verranno presentate alcune danze e ballabili verdiane eseguite dalla nota formazione di sassofoni SAXOFOLLIA. Domenica 19 ottobre, alle 11, l’Auditorium del Governatore sarà il palcoscenico di “GIUSEPPE VERDI...IN ROSA”, concerto con musiche verdiane (e non solo) interpretate dal quintetto interamente femminile delle SOLISTE dell’OPERA ITALIANA. Venerdì 24 ottobre (ore 18.30, Auditorium Governatore) il quintetto di ottoni dei SOLISTI DELL’OPERA ITALIANA sarà l’interprete di “VERDI SEMISERIO: IMPROBABILI ANEDDOTI SULLA VITA DEL GRANDE MAESTRO...”, un concerto in cui le musiche verdiane saranno riproposte al pubblico con finali inattesi e sorprendenti.Doppio appuntamento pomeridiano per sabato 25 ottobre: alle 15, alla Biblioteca Monumentale di San Giovanni Evangelista, si terrà la conferenza “L’ORGANO E LA MUSICA IN CHIESA NELL’ITALIA DELL’800” dello stimato organista Stefano Molardi, mentre alle 16.45 la Cattedrale di Parma farà da meraviglioso scenario al concerto di arie e trascrizioni per organo “ARIE SACRE ALL’EPOCA DI VERDI”, in cui lo stesso Molardi si esibirà con l’organo, accompagnato dal soprano Barbara Aldegheri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Domenica 26 ottobre (ore 18.30, Auditorium Governatore) l’appuntamento musicale “CON VERDI NEL MONDO...” vedrà esibirsi la formazione dei SOLISTI DELL’OPERA ITALIANA protagonista del tour mondiale “Con Verdi nel mondo”. A chiudere il ricco e svariato programma di VERDIamo sarà infine, venerdì 31 0ttobre (ore 18.30, Auditorium Governatore), una vera e propria “JAM SESSION VERDIANA” con MP ACOUSTIC DUO che vedrà Marco Porcu alla chitarra e Flaviano Braga alla fisarmonica.Verdi alla Casa della Musica: ottobre 2014 – gennaio 2015. Tutti gli appuntamenti in calendario saranno ad ingresso libero, fino ad esaurimento posti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tavolini ammassati e clienti senza mascherina: chiuso un locale di via Farini

  • Sequestrati 70 chili di alimenti scaduti in un ristorante di Parma

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Controlli anti Covid durante la movida: multe ad una cena 'privata' a Chiozzola

  • Krause e il mercato: "A breve annunci: ringrazio i soci, ora decido io"

  • I rinforzi di Liverani, le trattative, la linea Krause: sullo sfondo il derby

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento