menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fiaccolata, Pizzarotti: "Avrei voluto esserci, ma per qualcuno è meglio essere contro qualcosa.."

"Avrei voluto essere presente alla fiaccolata di oggi" -scrive il sindaco su Fb- ma alcuni che forse non credono nella battaglia sociale, cioè di tutta la società, ritengono che sia meglio essere "contro qualcosa"

IL POST DI PIZZAROTTI. "In questi giorni ho parlato con alcune mamme sul servizio di integrazione per i disabili. Come sindaco, come parmigiano, mi sono preso l’impegno di fare la mia parte per salvaguardare quelli che sono i servizi essenziali della mia città, questo ho fatto finora e questo intendo fare anche nel prossimo futuro.

Anche se non tutti riescono a comprenderlo fino in fondo, in questa battaglia, che io ho definito sociale e quindi di tutta la società, ognuno deve fare la propria parte, anche lo Stato deve fare la sua. Anche il governo deve fare la sua. E la loro parte è quella di non tagliare ai Comuni come fossero centri di spreco, ma garantire agli stessi tutte le risorse possibili per dare le risposte di cui i cittadini hanno bisogno, e dare alla città la vita che si merita.

Tagliare, infatti, è un’azione ben precisa, vuol dire “Togliere ciò che c’era”. Noi non abbiamo fatto niente di tutto questo, anche se alcuni raccontano che è così: il comune continuerà a garantire, come ha sempre fatto, i servizi di sua competenza. È lo stato che deve fare la sua parte, assumendo insegnanti in modo da garantire il sostegno necessario ai ragazzi che ne hanno necessità.

Avrei voluto essere presente alla fiaccolata di oggi, come mi è stato chiesto da alcuni genitori, per testimoniare la vicinanza del Comune, che non è un oggetto estraneo alla città ma un soggetto pienamente vitale della nostra ?#‎Parma?.

Ma alcuni che forse non credono nella battaglia sociale, cioè di tutta la società, ritengono che sia meglio essere “contro qualcosa” e non “insieme per”. Sappiano queste persone che è l’inclusione che ci fa essere Comunità, e che se si chiede l’ascolto ma poi si professa l’esclusione, allora si perde già in partenza. Domani sarò in ufficio, per trovare le risposte e le soluzioni ai problemi generati da questo governo e dai suoi tagli. Un governo composto da ex sindaci, di cui probabilmente si sono dimenticati la funzione sociale: erogare servizi essenziali, ma con risorse certe. Risorse che Parma sa generare ogni anno, ma che a Roma vengono spese e redistribuite male. Continueremo ad essere aperti verso chi intende parlare di soluzioni vincendo i tagli, guardando principalmente alle necessità delle persone".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Ponte della Navetta, Alinovi al Ministero: “Aprirlo entro Pasqua”

  • Attualità

    Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento