Giallo a Fidenza, 66enne accoltellato da un ladro in cortile: è in Rianimazione

Giallo a Fidenza. Un pensionato residente nella cittadina parmense è stato accoltellato nel cortile di casa sua: il 66enne Roberto Frati ora si trova ricoverato nel reparto di Rianimazione dell'Ospedale Maggiore di Parma. Il sindaco Massari: 'Occorre fare giustizia, italiano o straniero che sia'

Giallo a Fidenza. Un pensionato residente nella cittadina parmense è stato accoltellato nel cortile di casa sua: il 66enne Roberto Frati ora si trova ricoverato nel reparto di Rianimazione dell'Ospedale Maggiore di Parma, le sue condizioni sono molto gravi in conseguenza delle ferite riportare. Cosa sia realmente accaduto all'interno del cortile dell'abitazione di via Galvani, 7 è ancora da ricostruire con certezza: sembra che il pensionato sia stato aggredito da una persona che si era introdotta nel garage della vittima. Il ladro avrebbe colpito l'uomo con una coltellata all'addome. Sul posto i Carabinieri e i soccorritori del 118: il ladro invece è scappato. Il presunto aggressore è fuggito: le forze dell'ordine lo avrebbero fermato ed ora sarebbe lui il sospetto per questo gravissimo fatto di sangue avvenuto nella periferia di Fidenza, nel quartiere Luce. 

IL SINDACO MASSARI: 'OCCORRE SIA FATTA GIUSTIZIA, ITALIANO O STRANIERO CHE SIA' - "Nel tardo pomeriggio di oggi un balordo – perché uomo non si può chiamare – ha accoltellato un nostro concittadino, in via Galvani, nel suo garage, mentre cercava di rubare qualcosa. Adesso abbiamo una persona che sta lottando in sala operatoria per la vita e una persona fermata dai Carabinieri, ma che non è ancora possibile confermare se sia il responsabile di questo gesto inumano e gravissimo. Sono stato informato immediatamente dell'accaduto e anche adesso sto tenendo un contatto costante con i famigliari del nostro concittadino, ai quali ho portato l'abbraccio e la solidarietà di tutta la Comunità di Fidenza, e con i vertici locali e provinciali dei Carabinieri, insieme all'assessore alla Sicurezza Davide Malvisi. Abbiamo messo a disposizione tutto il supporto logistico possibile alle indagini, anche attraverso questo strumento social terrò informati tutti i cittadini. Come Sindaco apprezzo tutto il lavoro messo in atto dagli inquirenti, cui comunque ho chiesto il massimo per arrivare a incastrare l'aggressore. Aggressore che non deve farla franca. Voglio essere chiaro: occorre che sia fatta giustizia – italiano o straniero che sia –, questo criminale deve andare a processo. Per questo le misure adottate dal Comune di Fidenza non saranno solo le necessarie e indispensabili parole di solidarietà alla famiglia, ma azioni molto concrete, di cui ho già discusso coi legali del Comune e che illustreremo nelle prossime ore, in base all'evoluzione delle indagini. Ora, però, quel che più conta è che il nostro concittadino, di cui conosco bene la famiglia, riesca a sopravvivere"

Potrebbe interessarti

  • Parma, tappa per BlaBlaBus: si viaggia in tutta Europa

  • Le cause e i rimedi naturali per combattere la pancia gonfia

  • Come pulire e igienizzarei bidoni della spazzatura

  • I 10 elementi che devono essere conservati fuori dal frigorifero

I più letti della settimana

  • Schianto tra due mezzi pesanti in A1: muore un camionista

  • Incidente in piscina: la 12enne parmigiana è morta

  • Tragedia a Colorno: ciclista 54enne cade sull'Asolana e muore

  • Pauroso schianto tra auto e bici a Noceto: 16enne gravissimo al Maggiore

  • Parma sotto choc per la morte di Sofia Bernkopf: "Una bambina che amava ballare e sorrideva a tutti"

  • Caso Pesci, i medici del Pronto Soccorso: "Legata, con una pallina in bocca e frustata"

Torna su
ParmaToday è in caricamento