menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fidenza, controlli per le misure anticoronavirus: falsi manifesti del Ministero dell'Interno e 15 denunce

"Qualcuno ha affisso falsi volantini con intestazione del Ministero degli Interni che invitavano i non residenti in un condominio a rientrare nelle proprie abitazioni. Una cosa incredibile e di una gravità inaudita!”

“Sembra incredibile che a 20 giorni dall'avvio delle misure più restrittive della libertà di movimento ci sia ancora qualcuno che dimostra di non aver capito il senso della lotta che tutti insieme stiamo conducendo contro la diffusione del coronavirus, eppure dobbiamo prendere atto che è così, visto che non solo continuiamo a denunciare persone fuori dalla propria abitazione senza motivo, ma dobbiamo registrare anche l'atto di qualche burlone che in questi giorni ha affisso falsi volantini con intestazione del Ministero degli Interni che invitavano i non residenti in un condominio a rientrare nelle proprie abitazioni. Una cosa incredibile e di una gravità inaudita!”.

Così il Vicesindaco Davide Malvisi ha commentato il bilancio dell'attività della Polizia Locale di Fidenza che anche questa settimana ha portato alla denuncia di 15 fidentini per l'inosservanza dei provvedimenti dell'Autorità. Un'attività che è stata costante e coordinata con quella delle altre forze di polizia che operano sul nostro territorio, Polizia Stradale, Carabinieri, Polizia Ferroviaria e Guardia di Finanza, e che ha comportato da parte della sola Polizia Locale il controllo di 158 persone e di 100 esercizi commerciali.

Numeri che poi sono confluiti nel bollettino provinciale che questa settimana ha registrato controlli su 4.621 persone e 3.647 esercizi commerciali, con conseguenti denunce per 244 cittadini, 4 titolari di esercizi e 13 veicoli sottoposti a sequestro amministrativo. 

“Ringrazio come sempre per questo impegno i Carabinieri, la Polizia Stradale, la Guardia di Finanza la Polizia Ferroviaria e ovviamente gli agenti della nostra Polizia Locale – ha concluso il vicesindaco -. Una cosa deve essere chiara: sul rispetto delle norme emanate per gestire l'emergenza sanitaria non ci sono stati, non ci sono e non ci saranno sconti. Occorre restare a casa il più possibile e se qualcuno pensa di potersene infischiare per fare il burlone sappia che le nostre forze di polizia sono sul territorio e pronte a coglierlo in flagrante”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zone rosse e arancioni per altri due mesi: Parma a rischio

Attualità

Temporali e piene dei fiumi: allerta rossa nel parmense

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 2 morti e 70 nuovi casi

  • Cronaca

    Parma resta in zona arancione

  • Sport

    Vigilia contro la Samp, D'Aversa: “Abbiamo ancora qualche infortunio”

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento