Cronaca

Ospedale di Fidenza, Bazzoni: "Pazienti nell'incertezza per giorni"

A sollevare il caso è il consigliere regionale del Pdl in una interrogazione alla Giunta in cui riporta il caso di una una donna che avrebbe aspettato 15 giorni per poter ripetere l'esame Pap, risultato inadeguato

All'Ospedale di Fidenza, in provincia di Parma, "le pazienti a cui è stato comunicato l'esito inadeguato di un esame medico vengono fatte rimanere nell'incertezza verso il proprio stato di salute per parecchi giorni, senza nemmeno rispondergli al telefono", e "per risolvere questa ipotizzata incertezza molte pazienti sono propense a rivolgersi alla sanità privata che non tutte, ovviamente, possono permettersi se non con sacrifici".

A sollevare il caso è Gian Guido Bazzoni (Pdl), in una interrogazione alla Giunta in cui riporta il caso di una una donna a cui prima "è stato comunicato il risultato inadeguato del Pap test gratuito per la prevenzione del cancro del collo dell'utero, e quindi la necessità di ripeterlo", ma che successivamente "avrebbe telefonato inutilmente per quindici giorni consecutivi per prendere il nuovo appuntamento" finendo poi per "doversi recare di persona all'Ospedale dove le è stato risposto che l'unico modo per prenotare la ripetizione del test è 'portare pazienza perché sono molto impegnati'".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale di Fidenza, Bazzoni: "Pazienti nell'incertezza per giorni"

ParmaToday è in caricamento