menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
protesta in Provincia, immagini di repertorio

protesta in Provincia, immagini di repertorio

Filiberti di Bedonia: salta l'accordo per la tredicesima dei 35 lavoratori

Nessun accordo per il pagamento deglla tredicesima per 35 lavoratori della storica azienda di Bedonia, che ormai da tempo si trova in crisi di liquidità e che ha proposto una rateizzazione non accolta dai sindacati

Ancora lontano un accordo per i lavoratori della Filiberti di Bedonia, dopo mesi di incontri con i sindacati per la mancata erogazione della tredicesima. Una situazione critica, come spiegato da Mauro Toscani, Cisl, dovuta alla richiesta non accolta di rateizzare la tredicesima arretrata nel corso di un intero anno, proposta rifiutata dai sindacati che hanno risposto proponendo in alternativa una rateizzazione nell'arco di un massimo di sei mesi. Un'azienda storica nel territorio quella di Bedonia, specializzata nell'escavazione della pietra ma che da tempo ormai risente di carenza di liquidità, presumibilmente a causa di mancati pagamenti per un lavoro realizzato all'estero, costato ritardi nel saldo dei fornitori e degli stipendi dei suoi dipendenti.

"Dopo l'incontro con i vertici dell'azienda lo scorso 29 gennaio, entro il 3 febbraio avremmo dovuto avere in mano una bozza di accordo ma ancora oggi non abbiamo ricevuto nulla. Inoltre l'azienda ora chiede di poter prorogare l'erogazione delle mensilità al 20 di ogni mese invece che al 10. Abbiamo chiesto però che in questo caso si consideri il 20 come data di valuta, per evitare di incorrere in ulteriori ritardi nella ricezione da parte dei lavoratori. La situazione è pesante e va avanti ormai da tempo, dopo l'esperienza dello scorso anno quando l'azienda non si è dimostrata affidabile nella rateizzazione dei pagamenti, chiediamo che si scelga un'altra via e che sia erogata la tredicesima arretrata per intero ai lavoratori, senza ulteriori proroghe. Abbiamo inviato un comunicato alla Filiberti chiarendo la nostra posizione. Ora attendiamo una risposta dall'azienda".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: stop ai diesel Euro 4 fino a venerdì 5 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Ponte della Navetta, Alinovi al Ministero: “Aprirlo entro Pasqua”

  • Attualità

    Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento