menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Recuperiamo la fornace": terminato il workshop a Ghiare, presto un nuovo appuntamento a Carrega

Grande successo per la seconda edizione del workshop per recuperare la ex fornace a Ghiare di Berceto. Circa 100 gli studenti coinvolti e numerosi i lavori di recupero e messa in sicurezza. L'Associazione Manifattura Urbana lancia un nuovo appuntamento.

Si è chiusa ieri la seconda edizione del workshop-cantiere “Recuperiamo la fornace”, che si è svolto nei locali dell’ex-cementificio Marchino a Ghiare di Berceto.

A questa seconda edizione, organizzata dall’associazione culturale Manifattura Urbana e dal Comune di Berceto con il patrocinio di Provincia di Parma e della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le Province di Parma e Piacenza, hanno partecipato circa 100 studenti provenienti dalle facoltà universitarie di Architettura ed Ingegneria di tutta Italia (oltre a 5 studenti della University of Technology di Lodz, Polonia).

Sono stati circa 180 i metri quadri di superficie calpestabile messi in sicurezza al piano terra, 16 voltine a rischio crollo smontate, per un totale di circa 80 metri quadri ed una serie di lavori artigianali realizzati utilizzando esclusivamente il materiale di recupero disponibile all’interno dell’edificio.

Conferma di gradimento è arrivata dalla visita alla fornace di Ghiare da parte dell'Assessore alla Cultura e alla Legalità della Regione Emilia-Romagna Massimo Mezzetti che ha sottolineato “lo spirito di comunità straordinario operanti in un sito di archeologia industriale di elevatissimo valore per la storia di queste terre”.

In questi giorni Manifattura Urbana è già a lavoro per preparare il prossimo workshop – afferma Francesco Fulvi presidente dell'Associazione che organizza il workshop – Insieme al presidente dell’Ente Parchi del Ducato Agostino Maggiali e d’intesa con il Comune di Sala Baganza stiamo organizzando per Settembre un evento formativo nel Parco naturale regionale dei Boschi di Carrega: 2000 ettari, all’interno dei quali oltre 1200 classificati come sito di interesse e dove contiamo di recuperare una importante porzione di costruito al Casino dei Boschi. Invitiamo dunque studenti e neolaureati interessati a tenere d’occhio la pagina Facebook della nostra associazione, dove forniremo a breve i dettagli e le modalità di partecipazione”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Attualità

Covid: a Parma quasi 44 mila vaccinazioni

Salute

Come calcolare l'Indice di Massa Corporea

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: più di 170 casi e un morto

  • Cronaca

    Covid: "Negli ultimi giorni abbiamo ricoverato molti giovani"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento