menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ca' Rossa, firmata la convenzione per la nuova sede

Dopo l’incendio dello scorso febbraio, che ha distrutto la casetta sul Lungo Parma sede dell’associazione affiliata all’Arci Pesca, è iniziata una collaborazione con il Comune per la ricostruzione

Una convenzione e un progetto. Sono i contenuti dell’incontro di oggi fra l’assessore al Patrimonio del Comune Giuseppe Pellacini, quello al Welfare Lorenzo Lasagna e il presidente dell’associazione Ca’ Rossa Franco Provesi.

Dopo l’incendio dello scorso febbraio, che ha distrutto la casetta sul Lungo Parma sede dell’associazione affiliata all’Arci Pesca, è iniziata una collaborazione con il Comune per la ricostruzione di un luogo che potesse ospitare i circa 90 soci di un circolo, vero avamposto sociale per il controllo di un luogo spesso in mano agli spacciatori.
Oggi la firma della convenzione che permette il via all’iter burocratico per la nuova sede di 90 metri quadri.
Firmata la convenzione, sarà approvato il progetto e quindi partirà la gara per l’aggiudicazione. La fine dei lavori è prevista a dicembre.

Le dichiarazioni

Giuseppe Pellacini, assessore al Patrimonio
“Da subito l’Amministrazione si è impegnata per la ricostruzione della Ca’ Rossa, perché riconosciamo la valenza sociale di questa struttura, punto di aggregazione importante non solo per i soci, ma per tutto il quartiere, dove gli anziani possono trovare un luogo di incontro e di ritrovo. Ca’ Rossa rappresenta anche un baluardo per la sicurezza nella zona, che viene letteralmente presidiata dai soci. Un pensiero riconoscente va ai cittadini che hanno partecipato alla raccolta fondi per la ricostruzione, con offerte al conto corrente aperto dai soci dopo l’incendio. Una dimostrazione in più della solidarietà che contraddistingue la gente di Parma”.

Lorenzo Lasagna, assessore al Welfare
“Come Amministrazione abbiamo ritenuto di non poter ignorare la provocazione, l’intimidazione, lanciata agli anziani del circolo da chi ha incendiato la struttura. Ca’ Rossa è un presidio di socialità, di relazioni e di sicurezza, a fronte di chi ritiene di poter agire in spregio al patto sociale. L’impegno preso dal Comune verso la città comincia a prendere forma concreta: oggi firmiamo un atto che rende ancora più formale la nostra collaborazione a far risorgere Ca’ Rossa. Come assessore al Welfare mi impegno anche ad abbattere il lieve costo che il circolo dovrebbe pagare per l’affitto, perché ritengo che nostro compito sia non solo di erogare assistenza agli anziani con più difficoltà, ma anche agevolare quelli autosufficienti, che stanno bene e hanno la possibilità di stare insieme”.

Franco Provesi, presidente associazione Ca’ Rossa
“Un grazie sentito alla Giunta e a tutti i parmigiani che ci hanno sostenuto economicamente. Useremo i fondi raccolti, circa 7.000 euro, per arredare la nuova struttura. Voglio anche lanciare un’ulteriore richiesta all’Amministrazione, al fine di garantire ancora più sicurezza nella zona, che noi presidiamo fino alle 8 di sera: qualche controllo in più da parte della Polizia municipale e qualche punto luce sarebbero senz’altro di aiuto per tenere lontano i malintenzionati”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 157 casi 5 decessi

  • Sport

    Ennesima rimonta, il Parma non sa più vincere: con lo Spezia finisce 2-2

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento