Rischiano di annegare per salvare due giovani nell'Enza

Paura nel pomeriggio di domenica 26 giugno: due giovani, ora in gravi condizioni, si sono tuffati nel tentativo di salvare una coppia di ragazzi che stava affogando, nello stesso punto in cui è morta la 24enne Andrea Begliardi. I quattro sono stati fatti uscire dall'acqua da una catena umana di bagnanti

Nel pomeriggio di domenica 26 giugno si è verificato un grave episodio nel fiume Enza, vicino al ponte a Cedogno, sulla sponda tra le province di Reggio Emilia e quella di Parma. Per cause in corso di accertamento tre persone sono semiannegate nel pomeriggio, poco dopo le ore 15. Sul posto, oltre all'elisoccorso di Parma anche quello di Pavullo, oltre ad un'ambulanza e ad un automedica. Due dei tre semiannegati sono ricoverati in Rianimazione, uno a Parma e uno a Reggio Emilia. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo le prime informazioni i due giovani, uno di Bianconese e uno originario dello Sri Lanka si sono tuffati per cercare di salvare due ragazzi che si trovavano nell'Enza e che stavano affogando. Con il fiume pieno di bagnanti all'improvviso il grido d'aiuto dei due che è stato subito raccolto da due ragazzi, che si sono tuffati per salvarli. Una catena umana di bagnanti ha permesso ai quattro giovani di uscire dall'acqua: la prima coppia, che è uscita dall'acqua e se ne è andata nessun problema. I due ragazzi che si sono tuffati per salvarli invece sono ricoverati in gravi condizioni negli ospedale di Parma e di Reggio Emilia e si trovano ricoverato nel reparto di Rianimazione in condizioni critiche. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto da un furgone e sbalzato contro una moto: ciclista 45enne gravissimo

  • A Parma il primo impianto dello stimolatore capace di interrompere i segnali di dolore al cervello

  • Devasta la stazione rischiando di far deragliare un treno: arrestato 21enne tunisino

  • Incidente sull'Asolana: moto contro un'auto, muore 50enne motociclista

  • Ribaltone Genoa: c'è Faggiano al posto di Marroccu

  • Diakhate, ma che combini? Denunciato per aggressione ad una ragazza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento