rotate-mobile
Cronaca

Il flash mob della Polizia penitenziaria al Pronto Soccorso

"Un piccolo gesto per essere vicini agli operatori sanitari degli ospedali e di tutte le strutture collegate come Rsa e case di riposo e ai medici di famiglia"

La polizia Penitenziaria di Parma ha organizzato un flash mob davanti al Pronto Soccorso dell'Ospedale Maggiore di Parma insieme agli operatori sanitari impegnati nei reparti Covid. Il suono della tromba di Luca Haidar per medici e infermieri alla presenza dei rappresentanti della polizia Penitenziaria e degli agenti delle pattuglie che controllano il territorio. A portare i saluti al direttore del Pronto soccorso e medicina d'urgenza Francesco Scioscioli sono stati il coordinatore Nucleo traduzioni Nicolino Di Michele, il comandante degli istituti penitenziari di Parma Domenico Gorla e il comandante della Scuola per agenti di polizia penitenziaria Gennaro Schiavo. "Un piccolo gesto per essere vicini agli operatori sanitari degli ospedali e di tutte le strutture collegate come Rsa e case di riposo e ai medici di famiglia che con tanta professionalità e dedizione stanno fronteggiando questo momento, ha dichiarato il comandante Schiavo, con l’auspicio che le persone continuino a mantenere comportamenti responsabili per fermare il contagio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il flash mob della Polizia penitenziaria al Pronto Soccorso

ParmaToday è in caricamento