menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Florence Youth & Heritage Festival Premiata anche una giovane di Parma

A Delia Casadei una delle Medaglie di Rappresentanza del Presidente della Repubblica. Nella cornice del Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze si è tenuta la consegna dei premi per i contest “Authenticity: local vs global”, “Cultural Snapshot” e “Degree and Profession Special Edition”

È andato a Delia Casadei dell’Università di Parma, il terzo premio di “Virtual expo - Degree & Profession Special Edition” concorso dedicato a laureati, giovani professionisti e ricercatori con l’obiettivo di valorizzare e dare visibilità ai progetti di laurea. A convincere la giuria aggiudicandosi il primo posto è stata Fiona Kavakure, dell’Università di Architettura e Ingegneria Civile del Voronezh (Russia), vincitrice grazie al progetto “Architectural Organization of Social Clusters in Burundi”. A lei è andato il premio di 2mila euro e la pubblicazione scientifica del proprio progetto. Al secondo, terzo e quarto classificato sono state assegnate le Medaglie di Rappresentanza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, oltre alla pubblicazione scientifica del progetto. Si tratta, nell’ordine, di: Maura Caturano dell’Università di Firenze, con “Un progetto di riqualificazione paesaggistica per il parco archeologico di Pausilypon a Napoli”, Delia Casadei con “Tradition and technology in the restoration and reuse. The Dar Dgi’ra in Rabat, Morocco” e Anna Vladimirova dell’Università tecnica statale di Ulyanovsk con “Redesign of the Lenin Memorial Zone in Ulyanovsk, Russia”.

Si è concluso così, con la premiazione dei vincitori dei concorsi online dedicati alla fotografia, alla grafica e ai progetti di laurea, il Florence Youth & Heritage Festival. L’evento ufficiale dedicato ai giovani parallelo all’Assemblea Generale e al Simposio ICOMOS (International Council on Monuments and Sites) su “Heritage and Landscape as Human Values” è stato promosso dalla Fondazione Romualdo Del Bianco, con il suo Istituto Internazionale Life Beyond Tourism. Ha portato per quattro giorni, a Firenze, 500 partecipanti tra studenti, esperti e ricercatori da oltre 20 paesi dei 5 continenti per una maratona internazionale di mostre, creatività giovanile, performances, dibattiti e testimonianze. Il festival ha inaugurato l’ICLAB, il nuovo Intercultural Creativity Laboratory di viale Guidoni 103, open space di oltre 800 metri quadrati dedicato alla creatività e all’interculturalità per i giovani di Firenze e non solo. Come atto conclusivo della manifestazione, nella cornice del Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze si è tenuta la consegna dei premi, all’interno del programma dell’Assemblea Generale ICOMOS.

Per “Cultural snapshot - Landscape observatory”, il concorso fotografico nato con l’obbiettivo di raccogliere immagini che rappresentassero un viaggio alla scoperta del Patrimonio Culturale e delle tradizioni, sono stati premiati Dariya Demydova, con uno scatto che ritrae colori, paesaggi e persone di Udaipur (India) a cui è andato il primo premio di 500 euro, Luc Messersi (secondo posto, 300 euro) con una foto che immortala la tradizione russa d’immergersi in acque ghiacciate nel giorno di San Giovanni Battista e Annalisa Toscani (terzo posto, 200 euro) con uno scatto che ritrae una donna intenta nel rito induista delle abluzioni nelle acque del Gange. Al quarto e quinto posto Andrea Materni con “Addio Africa” e Johanan Rodriguez con “Carrying It On”.

“Authenticity: local vs global - The Nara Declaration, 1994”, il concorso grafico nato per celebrare il XX Anniversario della Dichiarazione di Nara, ha visto i partecipanti presentare un poster grafico, correlato da un articolo, che desse una personale interpretazione del concetto di autenticità. Il primo premio di 2mila euro è andato ex aequo a Sylvain Botter (Svizzera) con “The Hourglass of Authenticity” e a Davide Re (Italia) con il lavoro dal titolo “Thread of culture”. Al secondo posto ecco Japhet Allen Marquez (Filippine) con “CultuRecipe”, seguito da Clair Ramalho (Brasile) con “Authenticity in the Periphery” e, al quarto posto, Bethany Faulkner (Usa) con il suo “The Core”. In totale oltre 600 i partecipanti, da tutto il mondo, ai contest online sulle piattaforme www.lifebeyondtourism.org e www.florence-expo.com.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 176 casi e un decesso

  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento