Folli: "Esiste qualcuno in Regione che si occupi di ambiente?"

L'Assessore all'Ambiente del Comune di Parma Gabriele Folli interviene nuovamente sulla questione del piano regionale rifiuti: "Sono ormai 4 mesi che Errani ha revocato l'incarico a Sabrina Freda, rea di aver detto che gli inceneritori sono troppi"

"Sono ormai 4 mesi -si legge in una nota dell'assessore Folli- che il presidente Vasco Errani ha revocato l'incarico all'assessore all'ambiente Sabrina Freda, rea di aver detto che gli inceneritori in Emilia-Romagna sono troppi e non ci sono abbastanza rifiuti per farli marciare a pieno regime. Un imperdonabile errore che ha infastidito i vertici delle 2 multi-utilities che gestiscono gli 8 impianti regionali? Non ne siamo certi ma la cosa certa è che il Presidente della Regione non ha ritenuto opportuno sostituire l'assessore, avocando a sé la delega all'Ambiente in un momento così delicato per il territorio dove si sta varando un piano regionale rifiuti che detterà legge per i prossimi 15 anni e con una situazione di emergenza ambientale a tutti noi nota per la qualità dell'aria che respiriamo in pianura padana.

Hera ed Iren sono 2 società per azioni, società di diritto privato che operano in un regime di concorrenza e di mercato. Io mi domando perchè un ente pubblico dovrebbe interessarsi di garantire il buon andamento degli affari di società private e non invece di dare priorità al benessere dei cittadini riducendo il più possibile lo spreco di risorse e le emissioni degli impianti di incenerimento in regione. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ad inizio dicembre tutti i sindaci dei comuni capoluogo in regione hanno scritto a Ministro dell'Ambiente e Presidente della Regione per opporsi al disegno del governo di liberalizzare i flussi dei rifiuti in tutto il territorio nazionale facendo così diventare l'Emilia-Romagna la pattumiera d'Italia. Da allora non vi è stato nessun cenno di risposta e nemmeno  Vasco Errani si è esposto pubblicamente per far conoscere la sua opinione in materia.
I Comuni sono in prima linea tutti i giorni per portare i livelli di raccolta differenziata agli obiettivi di legge che ci detta l'Europa e diventa sempre più difficile convincere i cittadini degli sforzi che devono fare se poi non vi è un beneficio ambientale percepito direttamente sui territori. E' possibile conoscere la posizione della Regione su queste tematiche?" 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento