menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Solidarietà, Fondazione Monte Parma sostiene 96 famiglie colpite dall'alluvione

Nella mattinata odierna Fondazione Monteparma e Comune di Parma hanno tenuto una conferenza stampa congiunta presso le Sale Musei di Palazzo Sanvitale per presentare l'esito dell'assegnazione dei fondi stanziati dalla Fondazione a favore dei nuclei famigliari colpiti dall'alluvione

Nella mattinata odierna Fondazione Monteparma e Comune di Parma hanno tenuto una conferenza stampa congiunta presso le Sale Musei di Palazzo Sanvitale per presentare l'esito dell'assegnazione dei fondi stanziati dalla Fondazione a favore dei nuclei famigliari colpiti dall'alluvione del 13 ottobre 2014. Sono intervenuti Roberto Delsignore, Presidente Fondazione Monteparma, e Federico Pizzarotti, Sindaco Comune di Parma. Erano inoltre presenti: Roberto Arduini, Vice Presidente Consiglio di Amministrazione Fondazione Monteparma; Stefano Camin, Vice Presidente Consiglio Generale Fondazione Monteparma; Laura Rossi, Assessore al Welfare Comune di Parma, e Marco Ferretti, Assessore al Bilancio Comune di Parma.

All’indomani della terribile calamità che ferì la nostra Città lo scorso autunno, Fondazione Monteparma rispose tempestivamente all’emergenza, stanziando 100.000 euro di fondi da destinare alle famiglie colpite dall’alluvione, che vivono e lavorano nel Comune di Parma. Tali contributi furono messi a disposizione della comunità attraverso un bando comunale, che potesse soddisfare l’esigenza di trasparenza e correttezza ll’assegnazione degli stessi. Il bando, conclusosi lo scorso 16 gennaio, era rivolto a nuclei familiari e persone che risiedono e/o svolgono attività lavorative nel Comune di Parma, che hanno subito danni a causa degli eventi alluvionali del 13 ottobre 2014 e che presentano un indicatore ISEE inferiore o uguale ad € 30.000.

Le agevolazioni previste riguardavano le seguenti principali destinazioni, elencate in ordine di priorità: ? spese sostenute per l’utilizzo di acqua/luce/servizio di spurgo fogna relativamente agli immobili colpiti dall’alluvione, fino a un contributo massimo di € 1.000 o, in caso di nucleo familiare che occupa un alloggio singolo, di € 800; ? spese sostenute per la perdita o il danneggiamento del veicolo utilizzato abitualmente per recarsi al lavoro (non coperto da polizza assicurativa a copertura del danneggiamento in questione), fino a un contributo massimo di € 1.000 per il ciclomotore o di € 5.000 per l’autoveicolo; ? spese sostenute per l’acquisto o la riparazione di beni mobili danneggiati a seguito degli eventi alluvionali (mobili, elettrodomestici, etc.), fino a un contributo massimo di € 3.500.

Fermi restando i requisiti di ammissibilità e l’ordine prioritario delle spese di cui sopra, la graduatoria, pubblicata nei giorni scorsi sul sito del Comune di Parma, è stata formata sulla base del valore ISEE dichiarato, dal più basso al più elevato. A parità di ISEE, precede in graduatoria il nucleo famigliare con il numero maggiore di figli minori. Dopo aver ricordato l’encomiabile esempio di solidarietà offerto dai tantissimi volontari che sono scesi nelle strade per offrire un aiuto concreto agli alluvionati con i 100.000 euro di fondi stanziati, Fondazione Monteparma è riuscita a are risposta alle esigenze di 96 famiglie, delle quali: ? n. 37 relativamente a spese sostenute per consumi (acqua/luce/servizio di spurgo fogna), per un ammontare complessivo di circa € 14.800; ? n. 37 relativamente a spese sostenute per la perdita o il danneggiamento del veicolo usato d’abitudine per andare al lavoro, per un ammontare complessivo di circa € 63.800; ? n. 22 relativamente a spese per l’acquisto o la riparazione dei beni mobili danneggiati, per un ammontare complessivo di circa € 21.400. 

“Di fronte a una simile calamità, Fondazione Monteparma ha scelto di fare la propria parte con tempestività e responsabilità – ha dichiarato Roberto Delsignore, Presidente di Fondazione Monteparma –  offrendo un sostegno diretto e concreto alle famiglie colpite dall’alluvione, alle quali oggi siamo pronti ad erogare i contributi, grazie anche alla preziosa collaborazione del Comune di Parma. La cooperazione tra istituzioni diverse è centrale per lo sviluppo del territorio, ma diventa indispensabile in caso di emergenza per riuscire ad intervenire con efficacia e utilità. Ci auguriamo che i tanti gesti di solidarietà e la vicinanza di tutta la cittadinanza possano consentire alle famiglie coinvolte nell’alluvione dell’autunno scorso di superare la brutta esperienza e di ritrovare la serenità di vivere e lavorare a Parma”.  Il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, ha espresso gratitudine a Fondazione Monteparma per la sollecitudine con cui è intervenuta, stanziando nelle ore immediatamente successive all’alluvione 100 mila euro in favore delle famiglie colpite. 

“Il mio ringraziamento – ha precisato il primo cittadino – va a Fondazione Monteparma per la sensibilità dimostrata di fronte ad un evento eccezionale ha sconvolto la vita di tanti parmigiani. I 100 mila euro stanziati hanno rappresentato il primo aiuto concreto in una situazione di estrema gravità per i cittadini del Quartiere Montanara. Oggi 96 famiglie possono contare su questi fondi. E’ una giornata positiva che ci fa guardare al futuro con speranza”. L’elenco dei beneficiari dei fondi messi a disposizione da Fondazione Monteparma è disponibile al link https://www.comune.parma.it/comune/Emergenza-Alluvione.aspx. Per informazioni è possibile chiamare il numero 0521 40521.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento