Fontevivo, contributi per l'affitto: la giunta stanzia 10 mila euro

Il bando scade il 25 gennaio. "Abbiamo deciso di proseguire con la pratica del contributo ai nuclei familiari più deboli - conferma Paola Zilli - quale misura di sostegno in un periodo particolarmente oneroso per i cittadini"

Aperto il bando per l’erogazione di contributi ai cittadini in difficoltà per il pagamento delle rate dell’abitazione in affitto. Lo ha stabilito la Giunta comunale, che ha dato il via libera nei giorni scorsi al bando, nonostante i mancati trasferimenti ai Comuni della quota regionale per il Fondo affitto. L’Amministrazione comunale ha deciso, infatti, di “destinare risorse del bilancio corrente all’erogazione di contributi a favore dei conduttori, per il pagamento dei canoni di locazione dovuti ai proprietari degli immobili di proprietà privata”, per una somma complessiva pari a 10.418 euro, pur in assenza del trasferimento regionale, istituito con la Legge 431/1998 quale misura a sostegno dell'accesso alle abitazioni in locazione e nel quale confluivano risorse dello Stato, regionali e comunali.

“Abbiamo deciso di proseguire con la pratica del contributo alle persone e ai nuclei familiari più deboli – conferma Paola Zilli, assessore ai Servizi sociali – quale misura di sostegno in un periodo particolarmente oneroso per i cittadini. È stato uno sforzo ulteriore, compiuto con risorse interamente provenienti dal Bilancio del Comune nonostante i tagli operati dallo Stato, per ribadire la nostra volontà di dare risposte e sostegno concreto ai cittadini per quanto è nelle possibilità del Comune”.

Il Bando consente di beneficiare di contributi integrativi, a sostegno del pagamento dei canoni di locazione delle abitazioni per i cittadini con reddito basso. L’entità dei contributi viene calcolata sulla base dell’incidenza del canone di locazione annuo, al netto degli oneri accessori, sul valore Ise (Indicatore della Situazione Economica) del nucleo familiare, che non sia superiore a 12mila euro. In ogni caso, il contributo non potrà comunque superare il 50 per cento dell’ammontare del canone di locazione annuo.

Sono ammessi all’erogazione dei contributi i soggetti che, alla data di presentazione della domanda, siano in possesso di alcuni requisiti, tra cui: la cittadinanza italiana, in un Paese UE o in possesso del permesso di soggiorno; la titolarità di un contratto di locazione ad uso abitativo; la residenza anagrafica nel Comune di Fontevivo da almeno due anni, nell’alloggio oggetto del contratto. Inoltre, i richiedenti non devono essere assegnatari di un alloggio di Edilizia residenziale pubblica o di un alloggio comunale e non devono essere titolari di diritti di proprietà, usufrutto, uso o abitazione su un alloggio situato in ambito provinciale.

La domanda di partecipazione deve essere compilata utilizzando unicamente i moduli predisposti dal Comune di Fontevivo e consegnata entro la data di scadenza del bando, fissata al prossimo 25 gennaio, all’Ufficio Protocollo o allo Sportello del Servizio sociale presso la sede comunale in piazza Repubblica a Fontevivo. Il Comune informerà i beneficiari mediante lettera l’avvenuta concessione del contributo e le modalità di erogazione ovvero l’eventuale esclusione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dichiarazione dei redditi: dal 1° gennaio 2020 le spese da detrarre non possono essere pagate in contanti

  • Calendario di Miss Nonna 2020: per il mese di agosto c'è una nonna parmigiana

  • "Rimborsi raddoppiati per gli interventi chirurgici", sequestro di oltre 1 milione di euro alle Piccole Figlie: denunciati direttore e dirigente medico

  • Tragedia in stazione: uomo travolto ed ucciso da un treno

  • Più di mille giovani a Noceto per un rave in un capannone abbandonato

  • Pizzarotti a Salvini: "Ecco il delirio di un uomo, tu non mandi a casa proprio nessuno"

Torna su
ParmaToday è in caricamento