Fontevivo, stage estivi per nove studenti

Dal 18 giugno all’11 agosto lavoreranno sotto la guida dei responsabili dei diversi servizi comunali

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Sono 9 gli studenti degli istituti superiori del parmense che svolgeranno uno stage presso il Comune di Fontevivo quest’estate. Dal 18 giugno all’11 agosto, infatti, i ragazzi si succederanno negli uffici dell’Ente di piazza Repubblica imparando a tradurre, sotto la guida dei loro tutor, quanto hanno studiato in linea teorica nella pratica dell’amministrazione quotidiana.

I ragazzi, tutti di Fontevivo e tutti del quarto anno di studi superiori, provengono dall’Itis di San Secondo e da vari istituti di Parma: San Vitale, Romagnosi, Bodoni, Melloni, Rondani e Maria Luigia. Gli uffici nei quali lavoreranno per un periodo di due settimane ciascuno sono l’Anagrafe, il servizio Scuola, la Ragioneria e l’Ufficio Tecnico. Per l’attività svolta riceveranno un rimborso spese di 166euro.

“Da anni promuoviamo queste attività di stage dei ragazzi – ha commentato Raffaella Pini, assessore alla Pubblica istruzione del Comune – perché possano cominciare ad entrare nel mondo del lavoro e comprendere come i loro studi possono tradursi in creazione di valore per la comunità, attraverso i servizi ai cittadini e la progettazione del futuro in cui ci muoveremo”.

Tra le attività che i ragazzi svolgeranno vi sono quelle connesse alla pianificazione urbanistica e all’ambiente, la gestione amministrativa e i servizi di carattere sociale, come la scuola e la cura dell’infanzia e degli anziani.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento