menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chiastre. La frana non concede tregua. Maltempo: preoccupazione i prossimi giorni

La frana di Chiastre concede una tregua, ma l’attenzione resta alta. È quanto è emerso in mattinata dalla riunione del tavolo interistituzionale, a Calestano

La frana di Chiastre concede una tregua, ma l’attenzione resta alta. È quanto è emerso in mattinata dalla riunione del tavolo interistituzionale, a Calestano, e da un nuovo sopralluogo sulla frana. Presenti l’assessore provinciale Andrea Fellini, che su mandato del presidente Bernazzoli sta gestendo la situazione col Servizio Viabilità e Protezione civile, i rappresentanti di Prefettura, Servizio tecnico di bacino, Comitato provinciale di Protezione civile, Consorzio di bonifica, Carabinieri, Comuni di Berceto e Calestano (a fare gli onori di casa c’era il sindaco Mariagrazia Conciatori), oltre ai parlamentari Patrizia Maestri e Giorgio Pagliari e al consigliere regionale Gabriele Ferrari.

“La situazione è al momento sotto controllo, la frana ora è ferma e il Servizio tecnico di bacino sta continuando a lavorare per “regimare” le acque di superficie. Al momento, ad esclusione dell’abitazione che è già stata evacuata, non si ravvisano problemi per le altre abitazioni a valle della frana e per la viabilità provinciale, ma la situazione è in continua evoluzione e non bisogna abbassare la guardia. Continueranno fino a lunedì i monitoraggi 24 ore su 24, mentre se non ci saranno pericoli imminenti e la situazione non muterà, da lunedì il monitoraggio sarà nelle sole ore notturne. L’attenzione resta comunque alta, anche perché siamo preoccupati per le piogge previste in questi giorni.

La prossima settimana ci aggiorneremo per vedere come procedere nei lavori e nella vigilanza”, ha detto al termine dell’incontro l’assessore provinciale Andrea Fellini, che ha voluto ringraziare “i volontari e tutte le istituzioni che hanno partecipato, perché ancora una volta abbiamo dimostrato grande capacità di coesione nella gestione dell’emergenza. Ringrazio poi tutto il personale della Provincia, che ha lavorato da subito, e le imprese che immediatamente si sono dimostrate disponibili a intervenire. Oggi più che mai è indispensabile far funzionare il Tavolo tecnico interistituzionale per la gestione delle emergenze ma anche per monitorare un territorio ferito che non può essere abbandonato a se stesso”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid: green pass in arrivo dal 10 maggio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, 62 nuovi casi e due morti

  • Attualità

    Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

  • Attualità

    Mercateinfiera rinnova l'appuntamento ad ottobre 2021

  • Cronaca

    Il Giro d'Italia passa da Parma

  • Attualità

    Meteo: ecco che tempo farà nel week end del 1° Maggio

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento