menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Appennino, domani sopralluogo di Maestri e Pagliari a Pietta: 'Dissesto, emergenza nazionale"

Patrizia Maestri ha annunciato il deposito di un’interrogazione in Commissione Ambiente al Ministro Andrea Orlando: "Il dissesto idrogeologico è un'emergenza che non si può ignorare"

Le notizie degli ultimi giorni sugli smottamenti franosi in Appennino e gli allagamenti nella bassa sono allarmanti; se è vero che in tutt’Italia si registrano gravi situazioni d’allarme anche per colpa dell’incuria dell’uomo e degli enti preposti alla difesa e alla manutenzione del suolo, in provincia di Parma la situazione è diversa: l’Amministrazione Provinciale, ormai quattro anni fa, aveva predisposto un programma di interventi proprio per prevenire i drammi di queste ore ma il Governo di allora non gli aveva prestato attenzione. Oggi ne paghiamo le conseguenze”.

Lo ha dichiarato Patrizia Maestri, annunciando il deposito di un’interrogazione in Commissione Ambiente al Ministro Andrea Orlando, in previsione del sopralluogo che svolgerà domani, sabato 8 febbraio, a Pietta insieme al Senatore Pagliari“Presentando un’interrogazione al Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio ho voluto richiamare la sua attenzione al nostro territorio che ormai in modo sempre più frequente si trova a fare i conti con interruzioni alla viabilità e crolli delle infrastrutture, sfollamenti della popolazione residente e danni economici alle realtà produttive”.

“Il dissesto idrogeologico è oggi un’emergenza nazionale che non è più possibile ignorare” - ha concluso la Maestri – “Il territorio di Parma s’è mosso per tempo per pianificare gli interventi di messa in sicurezza; questo è il momento delle risposte concrete”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Attualità

Vaccino dai 60 ai 64 anni: a Parma 7.400 prenotazioni

Ultime di Oggi
  • Sport

    Troppa Atalanta, il Parma si arrende: manita di Gasp, altro schiaffo

  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 86 casi e un decesso

  • Cronaca

    Parma, sì ad altre riaperture. E da metà maggio coprifuoco posticipato

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    "Interno Verde": alla ricerca dei giardini segreti di Parma

  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento