Frane a Tizzano: Maestri e Pagliari incontrano i cittadini. Lettera al presidente Errani

Al termine dell'incontro è stato deciso l'invio di una missiva indirizzata al Presidente della regione Emilia Romagna Vasco Errani e all'assessore regionale alla Protezione Civile Paola Gazzolo per chiedere interventi economici urgenti

foto: Tizzano emergenza frane

Hanno incontrato non solo gli amministratori ma soprattutto i cittadini che vedono in questi drammatici giorni le loro abitazioni messe a rischio dall'emergenza frane il senatore Giorgio Pagliari e la deputata Patrizia Maestri, giunti a Tizzano Val Parma nella mattinata insieme al prefetto di Parma Luigi Viana, l'assessore provinciale alla Protezione Civile Ugo Danni, il presidente dei Parchi del Ducato Agostino Maggiali, Meuccio Berselli, direttore del Consorzio di Bonifica, il sindaco di Tizzano Amilcare Bodria e il sindaco di Calestano Maria Grazia Conciatori. La visita è iniziata alle 9 e 30 con un incontro svoltosi nel Municipio di Tizzano cui hanno preso parte numerosi cittadini per poi proseguire con una visita ai luoghi interessati dai movimenti franosi, in particolare le frazioni di Costa, Tisone e Pietta. Durante il sopralluogo si è tenuto un incontro con alcuni dei cittadini sfollati nei pressi delle abitazioni a rischio crollo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al termine dell'incontro è stato deciso l'invio di una missiva indirizzata al Presidente della regione Emilia Romagna Vasco Errani e all'assessore regionale alla Protezione Civile Paola Gazzolo. Tramite la missiva si manifesta “l'esigenza di interventi economici urgenti e adeguati per le drammatiche conseguenze dei moti franosi che, in una crescente vastità dell'area interessata, coinvolgono famiglie e imprese, costrette a lasciare le abitazioni e le loro attività”. Nella lettera si chiedono interventi più importanti sul piano economico per il nostro l'Appennino, “non per partigianeria ma per la gravità della situazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Nuovo Dpcm entro il 9 novembre: stretta sulla attività commerciali e gli spostamenti interregionali

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Verso un lockdown soft dal 9 novembre?

  • Covid: verso un nuovo Dpcm per il lockdown?

  • Da Piazza della Pace a Piazza Garibaldi: anche Parma protesta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento