Chi è Franco Aversa, il luminare delle staminali arrestato per corruzione

Secondo l'accusa il medico e professore universitario sarebbe "il fulcro di un articolato sistema delinquenziale" che avrebbe favorito le aziende farmaceutiche: per le staminali fu il primo che consentì il trapianto tra soggetti non compatibili

Un nome d'eccellenza della medicina europea e non solo, un vero e proprio pioniere delle cellule staminani: Franco Aversa è un personaggio molto noto in tutto il mondo, nel 1990 ha ottenuto importanti riconoscimenti internazionale, membro di numerose società scientifiche. Il suo nome oggi è associato all'inchiesta della Procura della Repubblica di Parma, denominata  'Conquibus', da uno scambio di battute tra due dei 36 indagati. Secondo l'accusa sarebbe "il fulcro di un articolato sistema delinquenziale" che avrebbe favorito le aziende farmaceutiche. 

Franco Aversa è Direttore struttura complessa Ematologia e Centro trapianti midollo osseo (Dipartimento di Area medica generale e Specialistica) è nato a Frosinone nel 1949 proviene dall’Università di Perugia. Ha conseguito la laurea in Medicina e chirurgia nel 1974 e le specializzazioni in Medicina interna (1979) ed Ematologia clinica e di laboratorio (1982). Nel 1983 ha lavorato a New York presso il dipartimento di Pediatria del Memorial Sloan Kettering Cancer Centre e gli anni successivi, ha collaborato con il dipartimento di Biofisica del Weizmann Institute of Science di Tel Aviv (Israele) e insegnato Ematologia e oncologia presso la Balamand University in Libano.

Dal 1986 ha ricoperto incarichi assistenziali e universitari presso la Clinica medica I° dell’Università di Perugia e poi nella neonata sezione di Ematologia. E’ stato pioniere di innovative tecniche di trapianto di cellule staminali fino ad ottenere, negli anni 1990, riconoscimenti internazionali per aver consentito, per la prima volta al mondo, il successo del trapianto anche tra soggetti non compatibili.

La sua posizione lavorativa a Perugia era di Professore associato di Ematologia, Direttore della struttura complessa di Oncologia ed ematologia pediatrica e del Centro Trapianti midollo osseo dell’Università di Perugia. Dal 2015 è professore ordinario di Malattie del sangue presso la Facoltà di Medicina e chirurgia dell’Università degli Studi di Parma.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il professor Aversa è autore di oltre 200 pubblicazioni con un Impact Factor superiore a 650 e 63 monografie; collabora con numerose istituzioni scientifiche ed è revisore per alcune prestigiose riviste internazionali; è membro di numerose società scientifiche nazionali ed internazionali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuovo focolaio nella Bassa: 33 lavoratori contagiati

  • Bimbo di 2 anni azzannato da un cane in via Po: è grave in ospedale

  • Fanno sesso in Pilotta e aggrediscono i poliziotti: due arresti

  • Coronavirus, a Parma 13 nuovi casi: 9 sono i lavoratori della cooperativa

  • Parma, un positivo al covid: scatta il ritiro per la squadra

  • Coronavirus: tutti gli aggiornamenti sul nuovo focolaio nella Bassa parmense

Torna su
ParmaToday è in caricamento