Calestano, tre movimenti franosi sulla Sp 15

Tre i movimenti franosi, uno in località Pioppone, uno verso Calestano, il terzo in località Gallignana. Garantito il transito a senso unico alternato da e per Calestano. Continuano i lavori, in carico alla Provincia, ma finanziati dalla Regione

La Provincia – Servizio Viabilità comunica che proseguono i lavori sulla SP 15 di Calestano per drenare le acque allo scopo di salvaguardare parte della carreggiata ancora transitabile. Ciò permette di garantire il transito, pur a senso unico alternato, per e da Calestano. Sono tre i movimenti franosi che interessano la SP 15 in prossimità di Marzolara.

Il più consistente si trova in località Pioppone, a sud di Marzolara, dove la mancanza di un reticolo di scolo delle acque superficiali ha determinato ristagni di acqua, scivolamenti dei terreni e spostamenti delle opere di sostegno della massicciata stradale. La situazione è stata poi aggravata dall’erosione del piede del versante ad opera del Torrente Baganza. 

I rilievi effettuati dal Servizio di Protezione Civile della Provincia di Parma hanno fatto constatare che negli ultimi giorni l’abbassamento del versante interessato verso il Torrente Baganza è stato dell’ordine dei 20 centimetri. Gli interventi attuati hanno compreso l’apertura di canali e l’allargamento, per quanto possibile, della carreggiata verso monte al fine di favorire il passaggio dei mezzi pesanti. Nella giornata di oggi termineranno i sondaggi geotecnici propedeutici agli interventi ingegneristici per frenare il movimento franoso, raccogliere le acque di versante e realizzare opere strutturali di sostegno della massicciata stradale crollata. Il Servizio Tecnico di Bacino degli Affluenti del Po sta continuando a lavorare nel Baganza per deviare la corrente e proteggere il piede del versante.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il secondo movimento franoso si trova in località Gallignana, dove un manufatto in calcestruzzo, a causa della spinta del terreno, si è inclinato verso valle e necessita di interventi strutturali. Il terzo movimento erosivo si trova dopo la località Pioppone in direzione di Calestano e presenta una criticità minore. Tuttavia va bloccato in tempi rapidi per evitare un’evoluzione del fenomeno che potrebbe comportare il cedimento della carreggiata nell’alveo del Baganza. Il Consigliere provinciale Delegato alla Viabilità Gianpaolo Serpagli ha concordato con l’assessore regionale Gazzolo e il direttore del Dipartimento di Protezione civile Mainetti che la Provincia si farà carico della redazione del progetto e del proseguimento dei lavori sulla frana di Pioppone, ma la Regione coprirà l’intero costo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz contro gli assembramenti: chiuso un locale in via Emilio Lepido

  • Choc a Bedonia, lite per un muretto: 63enne uccide il vicino di casa 70enne fracassandogli il cranio

  • Calabria, Pizzarotti sullo spot che attacca il Nord: "Non dirò mai venite a Parma paragonandola ad altre città"

  • Paura a Cangelasio: esplosione ed incendio in un fienile e un'abitazione

  • Affittano una casa al mare ma la trovano occupata: coppia di Felino truffata via internet

  • Maxi evasione dell'Iva: la Finanza sequestra 12 milioni di euro a due cooperative del gruppo Taddei

Torna su
ParmaToday è in caricamento