frutta in strada - gas val ceno

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Alla cortese attenzione delle Amministrazioni Comunali

e singoli Cittadini

Salve!

Siamo il GAS (Gruppo di Acquisto Solidale) Val Ceno, un gruppo di persone amanti della natura e del territorio, ecologiste, interessate alla promozione e alla valorizzazione dell'ambiente, che sulla scia di iniziative simili già praticate e consolidate in Canada, Stati Uniti e Regno Unito, vorrebbero proporre agli enti locali del territorio l'idea di inserire nei programmi di arredo verde urbano, alberi da frutta da piantumare in città, nei parchi, lungo le strade, negli spazi pubblici.

A San Francisco ne fanno anche un progetto d'arte; a Vancouver hanno già piantato circa 5000 alberi da frutto; a Roma, l'associazione no profit Linaria ha dato il via al progetto FRUTTA URBANA, il primo programma italiano di frutta in città.

Noi del GAS Val Ceno vorremmo chiedere alle varie amministrazioni di CREDERE, SOSTENERE e PROMUOVERE quest'idea, progettarla insieme, per infine piantare alberi per la collettività, mettendo a disposizione dei cittadini la frutta prodotta.

"TREE TO TABLE", vale a dire dall'albero a tavola con frutta fresca, biologica e soprattutto gratis (come era una volta d'altronde!).

E' inoltre risaputo che gli alberi diminuiscono l'inquinamento, migliorano il clima nonché la qualità dell'aria, drenano l'acqua in eccesso delle piogge, sono habitat per la flora e la fauna, migliorano la qualità della vita in generale…

ma spesso viene dimenticata la loro influenza sull'economia reale…

cioè cibo sano, nutriente, già pronto all'uso…

un regalo della natura GRATIS per tutti!

In più, cresciuta senza pesticidi e con l'amore della collettività, questa frutta è imparagonabile a quella che comunemente si acquista nei supermercati, sia per qualità che per valori nutritivi.

Lo dicono anche esperti, quali il ricercatore Johnathan Leake del dipartimento di Animals & Plantes Sciences dell'Università di Sheffield; egli afferma che la frutta cresciuta in città è meno inquinata di quella cresciuta in modo industriale, sia per assorbimento aereo che per la crescita su suoli inquinati.

Insomma, la nostra proposta è di piantare alberi da frutta in città…e magari in un giorno non troppo remoto di goderci i splendidi frutti che Madre Natura sa offrirci!

15 giugno 2014

Gas Val Ceno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento