menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Borgotaro, fungaiolo reggiano si infortuna: recuperato dal Soccorso Alpino

Una brutta avventura, fortunatamente con un lieto fine,  quella occorsa nel pomeriggio di giovedì 8 Ottobre ad un fungaiolo sessantaduenne di Correggio (Re), infortunatosi nei boschi tra Rovinaglia e Nola, in Valtaro, non distante dal confine toscano

Una brutta avventura, fortunatamente con un lieto fine,  quella occorsa nel pomeriggio di giovedì 8 Ottobre ad un fungaiolo sessantaduenne di Correggio (Re), infortunatosi nei boschi tra Rovinaglia e Nola, in Valtaro, non distante dal confine toscano. 

Mentre era nel bosco insieme ad altri tre amici, l'uomo -  intorno alle 12.00 -  è stato tradito da un tronco bagnato che lo ha fatto scivolare, riportando una forte distorsione all'arto inferiore sinistro. Impossibilitato a rialzarsi e raggiungere la propria autovettura in maniera autonoma, i compagni di escursione hanno chiamato la Centrale Operativa del 118 chiedendo aiuto; il 118 a sua volta ha attivato l'ambulanza dell'Assistenza Pubblica Borgotaro-Albareto ed il Corpo Nazionale di Soccorso Alpino e Speleologico “Monte Orsaro” di Parma, che ha inviato due squadre su mezzi fuoristrada. 

Nonostante l'uomo e gli amici avesero fornito le coordinate GPS, il luogo dell'incidente si è rivelato piuttosto difficile da raggiungere, così come delicate sono state le operazioni di recupero e trasporto alla strada carrozzabile; solamente intorno alle 17.30, infatti, gli uomini del SAER sono riusciti a far giungere la barella – trasportata a spalla e con manovre di corda per alcuni tratti -  nei pressi della località di Rovinaglia, dove i militi dell'Assistenza Pubblica lo hanno trasportato in ambulanza fino all'Ospedale Santa Maria di Borgotaro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento