Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Furti nelle ville del parmense, blitz nei campi nomadi: 8 denunciati

Sono stati trovati in possesso di molti attrezzi da scasso e di una consistente quantità di preziosi, tra cui 40 orologi, 65 gioielli, una collezione di monete, 6mila euro in contanti e 4 libretti postali

Otto persone sono state denunciate con l'accusa di furto in abitazione al termine dell'operazione 'Raiders' condotta dai Carabinieri della Compagnia di Parma nei campi nomadi di tre province: Reggio Emilia, Milano e Modena. Si tratta di nomadi di etnia sinti, tutti italiani, compresa una donna. Hanno dai 26 ai 51 anni e sono stati individuati nel blitz contro i 'furti in villa' condotto ieri da 140 militari dell'Arma con unità cinofile e l'impiego di un elicottero.

Sono tutti indagati per il reato di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di furti aggravati. Sono accusati di aver razziato 20 case dal 2009 al 2011, tutte abitazioni isolate a Parma e in provincia. I denunciati sono stati trovati in possesso di molti attrezzi da scasso e di una consistente quantità di preziosi, considerati refurtiva, anche 40 orologi, 65 gioielli, una collezione di monete, materiale elettronico e cavi in rame e acciaio. Sono stati trovati anche 6.000 euro in contanti, quattro libretti postali con depositi per 6.800 euro e ricevute di versamenti postali per quasi 50.000 euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti nelle ville del parmense, blitz nei campi nomadi: 8 denunciati

ParmaToday è in caricamento